Obesità: bambini che dormono poco sono più a rischio

L’obesità può essere considerata a tutti gli effetti un fattore di rischio anche per lo sviluppo di diverse patologie, come le malattie cardiovascolari e il diabete. Le cause alla base dell’obesità sono molte e una di esse potrebbe consistere nella mancanza di sonno.

Lo hanno scoperto i ricercatori dell’Università di Warwick, che hanno effettuato uno studio i cui risultati sono stati pubblicati sulla rivista Sleep. Gli scienziati sono arrivati alla conclusione che i bambini che dormono poco, meno di 8 ore per notte, hanno più probabilità di incorrere nel sovrappeso nel corso della loro crescita.

=> Leggi le accuse a Coca-Cola per zucchero e obesità

Gli esperti hanno considerato 42 ricerche precedenti sull’argomento per un totale di più di 75 mila soggetti coinvolti. Utilizzando come parametro le linee guida statunitensi sulle ore da dedicare al sonno per bambini e adolescenti, gli esperti si sono accorti che dopo 3 anni i bambini che riposavano meno delle ore consigliate avevano il 40% di rischio in più di diventare obesi.

=> Scopri come il pepe nero aiuta a combattere l’obesità

Durante il monitoraggio, gli studiosi hanno registrato le variazioni dell’indice di massa corporea dei soggetti, riscontrando dati molto precisi. I ricercatori hanno visto che il rischio di sovrappeso e obesità arrivava al 57% per i bambini in età prescolare e al 123% per i più piccoli compresi tra l’età di 6 e 13 anni. Per gli adolescenti la percentuale di rischio in più si attestava intorno al 30%. Confermata la buona abitudine di un riposo regolare e corretto che concorre a determinare il benessere psicofisico individuale.

20 aprile 2018
Immagini:
Lascia un commento