Obama: su clima e rinnovabili avanti anche da solo

Obama pronto ad andare avanti da solo sulla questione clima. Il Presidente USA ha inviato martedì un chiaro messaggio al Congresso statunitense: se non si procederà al più presto con la definizione di misure contro le emissioni di gas serra e il riscaldamento globale la Casa Bianca andrà avanti da sola.

Il discorso di Obama al Congresso ha assunto i toni dell’ultimatum, in linea con quanto dallo stesso Presidente USA affermato in occasione della sua rielezione. L’attenzione di questo senso mandato presidenziale dovrà essere centrata sulla lotta ai cambiamenti climatici. Una promessa che l’inquilino della Casa Bianca sembra voler a tutti i costi mantenere:

Se il Congresso non agirà subito per proteggere le future generazioni, io lo farò. Dirigerò il mio ufficio con gli atti esecutivi che possiamo prendere, adesso e in futuro, per ridurre l’inquinamento, preparare le nostre comunità alle conseguenze del cambiamento climatico e accelerare la transizione a sorgenti energetiche più sostenibili.

>>Leggi la promessa di Obama su rinnovabili e clima per il suo secondo mandato

Occorre spingere maggiormente su eolico e fotovoltaico per il rilancio a livello mondiale dell’economia USA secondo Obama. Un’energia quella del vento che secondo il Presidente rappresenta ormai quasi la metà della nuova potenza installata negli Stati Uniti. Altro aspetto al centro del dibattito la riduzione delle emissioni di CO2 da parte delle centrali elettriche, che su questo particolare bilancio pesano per il 40%.

>>Leggi i termini del salvataggio degli incentivi al fotovoltaico dal Fiscal Cliff

Un problema che inevitabilmente finisce per vedere Obama battere sul tasto Sandy. Il disastroso uragano che ha duramente colpito gli USA lo scorso ottobre deve costringere, secondo il Presidente, a una chiara presa di posizione. Un chiaro attacco verso coloro che tutt’ora ne sminuiscono la possibile connessione con i cambiamenti climatici e un invito a una piena accettazione dei rischi, a questo punto non più rimandabile:

Possiamo scegliere di credere che l’Uragano Sandy e la siccità più grave degli ultimi decenni, i più devastanti incendi che alcuni Stati hanno mai visto erano tutti solo una mostruosa coincidenza. Oppure possiamo scegliere di credere nella sentenza schiacciante della scienza e agire prima che sia troppo tardi.

13 febbraio 2013
In questa pagina si parla di:
I vostri commenti
Alessandro Valletta, domenica 24 febbraio 2013 alle14:49 ha scritto: rispondi »

Ma dei nostri politici italiani (con la p minuscola) c'e' qualcuno che e' un po' lungimirante?

Silvano Ghezzo, giovedì 14 febbraio 2013 alle0:18 ha scritto: rispondi »

Ahimè, forse Obama finge di non sapere che ogni finanziaria federale  passa solo con l'assenso del Congresso, di conseguenza resteranno purtroppo buone ma inane parole, spero non dette per glorificarsi.

Lascia un commento