Nuovi incentivi per l’auto, ma solo per i modelli a GPL e metano

Gli incentivi ci saranno anche nel 2010: così assicura, seppur non ancora in modo definitivo, il sottosegretario Stefano Saglia, il quale ha chiarito la posizione del Governo riguardo il rinnovo dei tanto desiderati aiuti per chi acquista un nuovo modello di auto.

Va però sottolineato come ad “ispirare” l’Esecutivo riguardo i criteri con cui gli incentivi saranno elargiti sono state valutazioni puramente ecologiche. Poiché nell’ottica del rispetto dei limiti alle emissioni inquinanti stabilite dall’UE, il Governo sembra infatti intenzionato ad aprire agli incentivi soltanto per quanto riguarda le autovetture alimentate a GPL o a metano.

In tal modo saranno quindi escluse tutte le altre tipologie di alimentazione, incluse quelle ibride o elettriche. La ragione sembra stia nel fatto che questo tipo di vetture è giudicato ancora in “fase sperimentale”, tanto che, a detta delle istituzioni, non hanno raggiunto una sufficiente diffusione per giustificare una simile decisione.

Così gli sconti sull’acquisto di un’auto nuova il prossimo anno potrebbero essere riservati solo a chi sceglie i carburanti gassosi meno inquinanti rispetto ai carburanti “tradizionali”, agevolando quindi non soltanto l’industria di settore e il relativo indotto, ma anche e soprattutto la diffusione di veicoli a minor impatto ecologico.

Già negli scorsi anni gli incentivi e una certa tendenza del mercato, con gli automobilisti sempre più sensibili alla questione del rispetto dell’ambiente, aveva fatto in modo che il numero di vetture “pulite” aumentasse costantemente, andando a sostenere un mercato che, al contrario, aveva mostrato un netto calo.

Su queste basi quindi non è affatto esagerato pensare che la quota di mercato di questi veicoli aumenterà ancor di più e con essi aumenteranno i benefici relativi all’ottenimento di un ambiente più pulito.

22 ottobre 2009
Lascia un commento