Nuove specie animali in un paradiso perduto dell’Australia. È questa la scoperta fatta dal team di biologi guidati da Conrad Hoskin dell’Università James Cook, in una foresta pluviale del nord-est del continente: gechi, rane e lucertole mai viste prima. Una sorpresa che si aggiunge a quella di poche settimane fa nel Suriname e che conferma come esistano ancora luoghi del tutto inesplorati per l’uomo, utili per comprendere come la biodiversità della natura si adatti ai cambiamenti climatici.

Una zona di montagna ricca di granito, un’area dell’Australia non facilmente raggiungibile dall’uomo. È qui che vivono alcune delle specie di nuova scoperta, come un geco mimetico, una rana chiazzata e un sauro dorato. Una spedizione che in soli quattro giorni di esplorazione, si a terra che in cielo grazie al supporto degli elicotteri del National Geographic, ha permesso di conoscere al meglio le peculiarità di Cape Melville.

Ed ecco quindi il geco capace di assumere le sembianze dell’ambiente che lo circonda, grazie a una pelle mimetica, una coda a foglia e degli occhi globulosi. Ma anche una rana a chiazze dall’addome semitrasparente e un sauro, una simpatica lucertola, dai riflessi color oro. Si tratta di specie animali primitive e biologicamente differenti dai loro corrispettivi già conosciuti, una sorta di tuffo nel passato dell’evoluzione.

Geco Mimetico

Geco Mimetico, ANSA

È stato come penetrare un mondo interamente nuovo. […] È protetto dalle distese di macigni granitici, che lo isolano dagli incendi e trattengono l’umidità.

Così spiega il biologo su Zootaxa, la rivista che ha pubblicato gli esiti di questa spedizione. La speciale conformazione geografica dell’area ha mantenuto un ecosistema molto simile a quello di milioni di anni fa, proteggendolo dal cambiamento climatico e quindi dall’estinzione di numerose specie animali. La spedizione ora ripartirà alla ricerca di altri esemplari, come ragni, insetti e piccoli mammiferi al momento del tutto sconosciuti.

28 ottobre 2013
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Immagini:
Lascia un commento