Immaginate un impianto fotovoltaico capace di soddisfare il fabbisogno energetico di una famiglia a un costo inferiore a 2000 euro. Fantascienza? Parrebbe di no, a leggere le dichiarazioni della PVlab (Photovoltaics Laboratory). Un sistema di celle che combina la tecnologia a film sottile a silicio amorfo, con quella tradizionale a silicio cristallino avrebbe raggiunto un risultato storico: un pannello dal costo produttivo basso e una resa energetica in termini di efficienza nella trasformazione dei fotoni in elettricità pari al 21,4%, ovvero altissima.

Il cuore di silicio cristallino sarebbe stato ricoperto da due strati, uno per lato, sottilissima pellicola di silicio amorfo. Sarebbe questo espediente, denominato eterogiunzione, il geniale uovo di Colombo che potrebbe rivoluzionare il mondo del fotovoltaico. L’azienda svizzera ha già informato la stampa che i risultati dei test di validazione terzi, effettuati dalla tedesca Fraunhofer Institute for Solar Energy Systems, hanno confermato i valori dichiarati. Ora si attende che tali test siano pubblicati nella rivista IEEE Journal of photovoltaics per sancire la definitiva credibilità delle dichiarazioni.

Ora, esistono in commercio pennelli solari con silicio monocristallino che si avvicinano a indici di efficienza simili, ma si tratta di sistemi estremamente costosi. La promessa della PVlab è quella di lanciare pannelli di tale efficienza e qualità nel settore di prezzo dei pannelli più economici. Se tale scommessa sarà vinta – e il piano industriale sembra quasi pronto – fra un paio d’anni il fotovoltaico potrebbe davvero diventare alla portata di tutte le tasche.

Fonti: ScienceDaily

28 settembre 2012
In questa pagina si parla di:
I vostri commenti
Antonio, giovedì 19 dicembre 2013 alle14:08 ha scritto: rispondi »

Sono interessato sia per l'installazione sulla mia abitazione ed anche all'esposizione in immobile di proprietà al fine della commercializzazione.

ermanno, domenica 10 marzo 2013 alle17:39 ha scritto: rispondi »

scusate ma se avessero messo degli esempi con relativi prezzi e tabelle tecniche credo che avrebbero venduto anche le scatole dove contenere le celle.

Piero, lunedì 1 ottobre 2012 alle19:11 ha scritto: rispondi »

sono interessato sia x istallarlo sulla mia abitazione e eventuale commercializzazione grazie e saluti

Mario Oz, sabato 29 settembre 2012 alle9:49 ha scritto: rispondi »

Vorrei conoscere la società che li vende. Vado a prenderli in svizzera col mio furgone. Chi mi risponde?

Lascia un commento