È appena stato sottoscritto da parte di ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani), Centro di Coordinamento RAEE (Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche), Produttori di AEE (Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche) e associazioni delle Aziende raccolta rifiuti, l’accordo di programma, che sostituisce quello che era in vigore dal 2011 e che va a definire le condizioni generali necessarie per la gestione del sistema di raccolta e riciclo dei rifiuti tecnologici. Ha validità a partire dal 1 gennaio 2015 e durerà tre anni.

In questo contesto si inserisce la nuova App ideata da Erp Italia (European recycling platform), organizzazione paneuropea arrivata in Italia nel 2006 che gestisce la conformità e le attività di ritiro per tutte le tipologie di materiali RAEE, RPA (Rifiuti da Pile e Accumulatori) e pannelli fotovoltaici a fine vita.

Si chiama “Erp Green Challenge” e costituisce un sistema collettivo che permette in modo pratico e veloce, di individuare per questo tipo di rifiuti, il centro di raccolta o l’isola ecologica più vicini a casa, presso i quali poter conferire apparecchi che oltre ad essere spesso ingombranti, contengono enormi quantità di materiali che possono essere recuperati e riutilizzati.

L’App è già disponibile dal sito di Erp Italia e può essere utilizzata da pc, smartphone o tablet. Non è solo utile e pratica, ma ha lo scopo di sensibilizzare e rendere consapevole l’utente dell’impatto ambientale generato dal mancato smaltimento di questo tipo di rifiuti e di quanto risparmio e beneficio si può avere da una corretta gestione e riciclo.

Lo fa con lo stimolo tipico dei social, mettendo i vari utenti in contatto e confronto riguardo alle prestazioni realizzate.

Questo aspetto viene rafforzato dalle sezioni presenti nel sito dell’organizzazione: “Come riciclare” e “Cosa cerchi”, che permettono di avere tutte le informazioni di tipo pratico, ma anche riguardanti attività formative e didattiche organizzate da Erp e di approfondire anche aspetti tecnici relativi alla normativa e ai servizi non solo in Italia, ma anche in Europa.

11 febbraio 2015
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Via:
Immagini:
Lascia un commento