Sarebbero state individuate delle tracce di radioattività, in seguito all’espansione di una nube radioattiva, nell’atmosfera nel periodo compreso tra il 27 settembre e il 13 ottobre. L’Istituto di Radioprotezione e di Sicurezza Nucleare francese avrebbe individuato delle tracce di rutenio-106 nell’atmosfera di tutta l’Europa e in Italia.

Secondo i dati forniti dall’ente francese i livelli raggiunti dal materiale radioattivo non avrebbero conseguenze né sull’ambiente né sulla salute. Si sa che la sorgente della nube radioattiva dovrebbe trovarsi in Russia o in Kazakhistan. In Italia l’ISPRA ha attivato la sua rete di monitoraggio della radioattività.

=> Leggi cosa c’è da sapere sull’incidente nucleare a Flamanville

Insieme alla Protezione Civile la situazione è stata tenuta sotto controllo e i valori di rutenio-106 non hanno destato particolare allarme. In varie Regioni è stata riscontrata la presenza di materiali radioattivi nell’aria, in particolare in Friuli, in Lombardia, in Piemonte, in Emilia Romagna e in Toscana.

L’emissione della nube radioattiva sarebbe avvenuta nell’ultima settimana di settembre. Tutto sarebbe derivato da un presumibile incidente, anche se non ci sono informazioni certe al riguardo. Nessun Paese ha diramato un allarme per fughe radioattive.

=> Scopri i dati sul sorpasso del fotovoltaico al nucleare

Secondo l’Istituto di Radioprotezione e di Sicurezza Nucleare francese, non ci sarebbero nemmeno pericoli per la sicurezza alimentare, a partire da prodotti importati dalla zona in cui avrebbe avuto origine la nube radioattiva. Viene raccomandato di effettuare dei controlli a campione per escludere ogni rischio di eventuale contaminazione.

Gli esperti tengono in considerazione diverse ipotesi. Il rutenio-106 può trovarsi in centri per il trattamento di tumori e nella sede di agenzie spaziali. Viene utilizzato in medicina e nei satelliti artificiali, per cui si presume anche che tutto potrebbe aver avuto origine dalla ricaduta a terra di un vecchio satellite.

Gli esperti ritengono che non potrebbe essersi trattato di un incidente che ha coinvolto direttamente una centrale nucleare, perché altrimenti nell’atmosfera sarebbero state individuate anche altre sostanze radioattive.

14 novembre 2017
Immagini:
Lascia un commento