La Norvegia sposa il green. A marzo le vendite di veicoli elettrici e ibridi hanno totalizzato il 60% circa delle nuove immatricolazioni di autoveicoli. La notizia, che farà piacere a quanti vedono nella motorizzazione eco friendly la chiave della nuova mobilità, viene riportata in queste ore dal sito Dinside Motor.

Più nel dettaglio, 2.595 immatricolazioni di autoveicoli nuovi hanno riguardato auto elettriche, 2.042 ibride plug – in e 3.396 ibride “tradizionali”.

Dati alla mano le immatricolazioni in Norvegia relative ad auto zero emissioni e ibride plug–in sono state lo scorso marzo 5.102, vale a dire il 36,7% sul totale delle nuove immatricolazioni di autoveicoli. C’è di più: anche se non riguarda strettamente le vendite di vetture nuove di fabbrica, in Norvegia il mese scorso ci sono stati 465 passaggi di proprietà di auto elettriche usate.

Se si considera che la Norvegia, a marzo, ha totalizzato 13.875 nuove immatricolazioni, l’incidenza degli autoveicoli elettrici, ibridi ed ibridi plug–in è stata del 61,2%. La preferenza data dagli automobilisti verso la propulsione eco friendly deriva da un ampio ricorso agli incentivi all’acquisto di vetture a basse (o nulle) emissioni.

Regimi fiscali agevolati per le auto elettriche, assenza di imposte e IVA, parcheggi gratuiti, esenzione dai pedaggi, permesso di circolare sulle corsie dei mezzi pubblici rappresentano alcune delle misure governative prese a favore della motorizzazione elettrica e ibrida.

Va inoltre considerato che lo stesso Governo norvegese possiede sul proprio taccuino delle priorità un ampio programma di progressiva promozione della mobilità sostenibile.

La misura più clamorosa, che si riallaccia a quanto indicato recentemente da Olanda e India e fa parte di un progetto che prevede la riduzione del 40% delle emissioni di CO2 rispetto al 1990, verso la metà del prossimo decennio, riguarderà la circolazione pressoché totale di veicoli ibridi ed elettrici entro il 2025.

15 aprile 2016
Fonte:
Lascia un commento