Entra in vigore quest’oggi la normativa Euro 5 che richiede il rispetto di parametri più restrittivi per quanto riguarda le emissioni nocive e alla quale tutte le automobili immatricolate d’ora in poi dovranno sottostare.

Il discorso riguarda direttamente soltanto i costruttori e non i clienti, saranno difatti le case automobilistiche che da oggi non potranno più ottenere il certificato di omologazione per tutti i loro modelli di nuova introduzione sul mercato in caso non rispettino la suddetta normativa.

Nulla cambierà invece per le automobili Euro 4 già omologate e in vendita nelle concessionarie, le quali saranno legalmente in vendita, così come non avranno alcuna limitazione alla circolazione le Euro 4 vendute negli scorsi anni.

La normativa Euro 5 impone ai costruttori il rispetto dei limiti di inquinamento molto più severi rispetto alla precedente Euro 4, arrivando ad una riduzione del particolato emesso nei motori diesel di ben l’80%, mentre per quanto riguarda i benzina l’obiettivo è la riduzione del 25% degli ossidi di azoto.

Il passaggio è ormai da considerare una tappa di avvicinamento nel percorso che mira ad abbattere drasticamente le emissioni nei prossimi anni e che porterà ad avere, gradualmente e con scadenze ben precise, una mobilità quanto più possibile eco-compatibile e rispettosa della natura.

1 settembre 2009
Lascia un commento