Mangiare noci e mandorle riduce la possibilità di contrarre il tumore al colon. È quanto emerge da uno studio che ha analizzato diversi pazienti affetti da tumore intestinale che, dopo l’operazione e la chemioterapia, hanno mangiato questi tipi di frutta secca col guscio vedendo diminuire del 42% il rischio di recidiva.

=> Scopri perché mangiare noci ogni giorno allunga la vita e aiuta a prevenire i tumori

Nel dettaglio la ricerca ha preso in esame 936 pazienti affetti da tumore al colon che avevano subito sia il trattamento chirurgico che quello chemioterapico. Questi pazienti hanno generalmente una probabilità del 70 per cento di sopravvivere tre anni dopo il trattamento.

=> Leggi quali sono le proprietà curative delle noci

Tra i soggetti presi in esame il 19% di loro consumava circa 22 mandorle o noci alla settimana: proprio loro hanno avuto un 57% in meno di rischio di morte prematura rispetto a chi non ha mangiato frutta secca col guscio dopo il trattamento medico.

I ricercatori del Dana-Farber Cancer Institute di Boston consigliano dunque ai pazienti affetti da questo tumore di aumentare la quantità di noci nella loro dieta. Temidayo Fadel, autore principale della ricerca ha dichiarato:

Numerosi studi nel campo delle malattie cardiache e del diabete hanno dimostrato i vantaggi del consumo di noci e abbiamo ritenuto importante determinare se questi benefici potessero applicarsi anche ai pazienti affetti dal tumore del colon-retto.

La risposta è stata positiva, come ha dimostrato la ricerca svolta, ma gli studiosi avvertono che una dieta ricca di noci non dovrebbe essere utilizzata come sostituto del trattamento convenzionale.

19 maggio 2017
Immagini:
Lascia un commento