Mangiare noci ogni giorno può rallentare lo sviluppo del tumore al colon. Secondo uno studio pubblicato dalla Harvard Medical School i benefici di questa frutta secca non riguarderebbero soltanto l’effetto antinfiammatorio garantito dagli acidi grassi Omega-3, ma anche la riduzione dell’apporto di sangue alle cellule tumorali.

Lo studio si è concentrato in particolare sull’analisi dell’effetto che le noci avrebbero sugli acidi miRNA (acidi micro-ribonucleici), connesso secondo precedenti lavori all’adattamento genetico ai fattori ambientali. Come ha spiegato l’autore principale dello studio, il Dr. Christos Mantzoros:

La nostra ricerca dimostra che una dieta comprensiva di noci modifichi in maniera significativa il profilo espressivo dei miRNA nel tessuto colorettale.

Secondo quanto pubblicato sulla rivista scientifica The Journal of Nutritional Biochemistry lo studio ha visto i ricercatori somministrare a un gruppo di topi, per due volte al giorno, circa 57 grammi di noci mentre ad altri è stata fornita una dieta priva di tale frutta secca.

Trascorsi 25 giorni di somministrazione i ricercatori hanno registrato l’attivazione degli acidi micro-ribonucleici e la loro predisposizione alla riduzione dell’infiammazione che può colpire le cellule tumorali, dell’apporto di sangue a queste ultime e della proliferazione del problema.

Nel sangue dei topi alimentati con noci è stato individuato un livello di acidi grassi Omega-3 10 volte superiore a quello del gruppo di controllo.

I ricercatori sono ottimisti, pur ricordando come ulteriori studi siano necessari per comprovarne l’efficacia sull’uomo, in quanto l’analisi condotta su altre specie animali può fornire risultati non del tutto corrispondenti.

14 maggio 2015
Fonte:
Lascia un commento