Sono dolorose le ultime immagini del cane Noah prima di cadere vittima di un colpo di arma da fuoco. Gli ultimi secondi immortalati da una telecamera di sorveglianza posta accanto a un edificio, prima di scomparire in un vicolo e crollare a terra. Un gesto eroico, di protezione e amore quello del cane di razza Pastore Tedesco, messo in atto per salvare il suo branco familiare. Uno slancio istintivo che però non gli ha risparmiato la vita e non gli ha concesso di riabbracciare i suoi proprietari. La vicenda ha scosso l’opinione pubblica, ma principalmente il suo gruppo familiare che si è ritrovato a piangerne improvvisamente la perdita.

La dinamica ha visto coinvolto il SUV su cui viaggiava il cane con il proprietario, la moglie e i tre bambini, quindi un altro uomo a bordo di una macchina modello Taurus di colore scuro. Una manovra errata ha scatenato il diverbio tra i due guidatori, la Taurus ha quasi colpito la prima vettura, accendendo gli animi per le strade della statunitense Atlanta. Molti testimoni possono confermare di aver visto la famiglia allontanarsi verso un centro commerciale e la seconda macchina inseguirli precipitosamente, per poi affiancarli in un parcheggio e sparare contro la vettura.

Un gesto improvviso, inaspettato, che solo il cane è riuscito ad anticipare lanciandosi verso i bambini e facendo da scudo con il suo corpo. Le pallottole si sono infrante con rabbia contro i finestrini dell’auto spaccando i vetri e colpendo il povero animale. Noah non si è perso d’animo e, scattando fuori dalla vettura, ha cercato di inseguire il responsabile dell’attacco, ormai fuori controllo. Ma la ferita mortale non gli ha dato scampo e l’animale, dopo pochi passi, è caduto a terra morendo per dissanguamento.

Secondo la polizia di Atlanta il colpevole, fuggito subito dopo, è ancora a piede libero quindi un pericolo per la società. Il proprietario di Noah, Kidon Martin, si è ritrovato con la sua famiglia a dover piangere improvvisamente la morte del cane di affezione. Un amico fedele e amorevole che non ha esitato un solo secondo per salvare i più piccoli da morte certa. L’uomo ha voluto condividere con i suoi contatti un piccolo ricordo dell’animale, pubblicando una dedica su Facebook:

Solitamente non scrivo su Facebook ma voglio rendervi partecipi di come il mio cane ci abbia salvati da un gesto insensato di violenza. Noah ha sacrificato se stesso spingendo via mia moglie e i bambini, rimanendo colpito al collo da una pallottola, quindi inseguendo il colpevole mostrando il suo istinto di protezione. È quindi collassato per il dissanguamento. Ci mancherà, non riesco a fermare le lacrime. Come fa fede il suo nome, Noah è stato il protettore dell’arca che è la mia famiglia.

3 dicembre 2014
Fonte:
Lascia un commento