Una inedita funzione di generatore di energia elettrica per abitazioni e uffici. Ecco in estrema sintesi un nuovo progetto che vede in prima fila Nissan. In queste ore i tecnici del marchio giapponese, che condivide una partnership tecnologica con Renault per lo sviluppo di sistemi powertrain e tecnologie rivolte alla mobilità a zero emissioni, svela uno specifico programma che prevede l’utilizzo dell’auto elettrica come fonte di energia domestica.

Più nel dettaglio, si tratta di un progetto pilota (che vede la partnership con National Grid, Eaton e l’italiana Enel) finora limitato alla Gran bretagna: una flotta di 100 Nissan Leaf – recentemente aggiornata con l’impiego di una batteria più potente che assicura maggiore autonomia di marcia – possono essere collegate alla rete energetica attraverso gli accumulatori stessi: questo principio, indicano i tecnici Nissan, possiederebbe una doppia valenza.

I possessori di un esemplare di Nissan Leaf sarebbero in grado di ricaricare la propria vettura attraverso la normale corrente e in più le batterie assumerebbero un ruolo di generatore aggiuntivo di energia per la rete pubblica: in questo modo il fabbisogno energetico nelle ore di punta riceverebbe un sostegno e, in più, l’energia prodotta potrebbe anche essere rivenduta alle utility.

Il progetto Nissan ha un preciso significato: i vertici della filiale europea del marchio giapponese, che produce 400.000 autoveicoli nei propri impianti di Sunderland, ritengono che il settore automotive, grazie allo sviluppo della mobilità elettrica, potrà assumere un ruolo integrante nella rete energetica pubblica. Il presidente di Nissan Europe, Paul Wilcox, dichiara che:

Case e ospedali, scuole e uffici potranno ricevere energia dalle auto elettriche, che diventeranno vere e proprie ‘centraline mobili’.

Secondo i tecnici Nissan, le 18.000 Leaf attualmente in circolazione possiedono una capacità energetica nell’ordine di 180 Megawatt, come dire l’equivalente di due centrali elettriche.

In più, grazie a un progetto di riciclaggio delle batterie, gli accumulatori di Nissan Leaf potranno diventare “centraline” di fornitura energetica per le abitazioni attraverso “xStorage”, disponibile dal prossimo ottobre.

11 maggio 2016
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento