La Nissan Leaf si prepara ad accogliere in gamma una nuova variante più economica e quindi più accessibile. E anche se il suo debutto non avverrà immediatamente, il costruttore giapponese è da tempo al lavoro sulla vettura, al fine di metterne a punto tutti gli aspetti prima dell’esordio sul mercato, che dovrebbe avvenire entro la fine del 2013, quindi tra poco più di un anno.

Accade così che i tecnici Nissan siano in giro per le strade con i consueti muletti, cioè esemplari pre-serie non ancora definitivi che vengono mandati in giro per verificare l’affidabilità di tutte le principali soluzioni meccaniche, motore elettrico compreso, nel caso della Leaf. Ed è uno di questi veicoli che è stato sorpreso dagli indiscreti scatti di un fotografo che ha immortalato diversi particolari della nuova vettura elettrica giapponese, contribuendo a far circolare sul Web perfino un’immagine dell’abitacolo.

La nuova Nissan Leaf entrly-level si mostra nelle foto spia odierne con pochi camuffamenti, confermando che non ci saranno grosse novità rispetto alle altre Leaf. A parte le solite soluzioni di un muletto, come la presenza di cerchi in acciaio con copricerchi in plastica scuri al posto di quelli in lega (che potrebbero essere semplicemente optional nella versione di serie), l’esemplare fa notare un abitacolo con qualche “buco” qua e là, come ad esempio la mancanza dello schermo del navigatore satellitare al centro della plancia, che sarà sicuramente presente nella versione finale, dove mostrerà, tra le altre cose, le informazioni relative ai punti di ricarica nelle vicinanze.

Non mancheranno nel modello definitivo i rivestimenti composti da fibre parzialmente riciclate, mentre dal punto di vista tecnico dovrebbe essere confermata la presenza di un caricabatterie di bordo da 3,3 kW, alternabile, a scelta del cliente e previo sovrapprezzo, a una più potente unità da 6,6 kW. Ancora da decidere, invece, il prezzo di attacco del listino, che si manterrà ovviamente al di sotto di quelli offerti nella gamma attualmente sul mercato.

10 ottobre 2012
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento