Nissan ha presentato e-Bio Fuel-Cell, la prima auto fuel cell a ossido solido alimentata da bioetanolo. Si tratta di un veicolo commerciale che sfrutta l’etanolo, il gas naturale e altri combustibili stoccati nel veicolo per produrre elettricità.

Il modello del marchio giapponese presentato ieri in Brasile, progettato sul veicolo di base e-NV200, vanta un’autonomia di oltre 600 km senza emissioni di gas serra, prestazioni paragonabili a quelle di un’auto a benzina e costi di esercizio bassi.

La batteria in dotazione ha una capacità di 24 kWh. L’erogazione SOFC è pari a 5kW. Il generatore SOFC si distingue dalle tecnologie convenzionali per il maggior rendimento energetico. L’auto, dotata di un serbatoio con una capacità di 30 litri, secondo quando dichiarato dal costruttore è silenziosa come un comune veicolo elettrico.

La compagnia automobilistica giapponese sostiene che la tecnologia Solid Oxide Fuel-Cell (SOFC) possiede tutte le carte in regola per rivoluzionare l’industria automobilistica. Come ha illustrato il presidente e ad di Nissan Carlos Ghosn presentando l’innovativo modello:

e-Bio Fuel-Cell offre un sistema di trasporto ecologico e crea opportunità per la produzione di energia nella regione, supportando allo stesso tempo le infrastrutture esistenti.

I vertici Nissan hanno annunciato che in futuro l’impatto della tecnologia sarà abbattuto ulteriormente, impiegando acqua nella miscela a base di etanolo al posto di altri combustibili. In questo modo il carburante diventerà più sicuro e potrà essere maneggiato facilmente.

Secondo Ghosn il principale vantaggio della tecnologia è la possibilità di utilizzare le infrastrutture già presenti sul mercato, abbattendo i costi e accelerando l’integrazione dei veicoli ecologici nell’attuale sistema dei trasporti.

Nel veicolo fuel cell a ossido solido la propulsione elettrica è generata da bioetanolo. Questo biocarburante prodotto dalla canna da zucchero e dai cereali è ampiamente disponibile in America e in Asia. Gli automobilisti in futuro potranno acquistarlo direttamente nei negozi.

La compagnia nei prossimi mesi condurrà dei test sulle strade del Brasile per valutare le prestazioni del prototipo e-Bio Fuel-Cell in condizioni di guida reali.

La casa automobilistica giapponese ha annunciato che continuerà a lavorare sulla guida autonoma e sulla propulsione elettrica per ridurre il rischio di incidenti e abbattere le emissioni della sua flotta.

5 agosto 2016
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento