New York è una città da sempre invasa da topi e scarafaggi, ma ora la situazione pare sia peggiorata in modo drastico. Oltre agli interventi delle istituzioni, i cittadini si sono coalizzati in vere e proprie ronde. Contro la cifra spaventosa di 100 milioni di ratti, grandi anche come gatti, alcuni proprietari di cani da caccia si stanno organizzando con missioni di tipo punitivo. Bassotti, Border Terrier, Jack Russell Terrier e Patterdale Terrier sono alla guida di questi nuclei operativi, per spaventare e sconfiggere i roditori proliferanti.

>>Scopri il topo come animale domestico

I gruppi si sono ribattezzati R.A.T.S., ovvero Ryders Alley Trencher-Fed Society, l’unione del nome di un vicolo con un tipo di cane da caccia alla volpe. Si appostano accanto ai vicoli e alle stradine buie dove vi è un’alta percentuale di ristoranti e bar, i quali a fine servizio lasciano i sacchi dei rifiuti per la raccolta. Al primo movimento sospetto i cani si lanciano all’attacco, per fermare e uccidere i grossi roditori.

>>Vai alla mattanza di volpi a Siena

Un appuntamento settimanale che si rinnova di anno in anno, e che caratterizzata l’indole predatoria di queste razze di cani. Solitamente utilizzate per la caccia, ma anche per la sorveglianza nelle fattorie contro talpe, tassi e grossi roditori. Una corsa sanguinaria che nasconde risvolti preoccupanti e poco salubri, proprio per il cane. Vista la predisposizione del topo alla trasmissione di molte malattie, e alla sua natura aggressiva se costretto alla difesa. Come sostiene la PETA, le ronde notturne sono in realtà:

un malvagio sport sanguinario mascherato da tentativo di controllo sulla piaga della presenza dei topi in città.

2 maggio 2013
Fonte:
Lascia un commento