Il parco marino più grande del mondo sarà istituito nelle Isole Cook, piccolo arcipelago indipendente in libera associazione con la Nuova Zelanda. L’area protetta avrà una superficie di oltre un milione di chilometri quadrati, pari a più del doppio dell’intera Francia.

L’area interessata copre tutta la parte meridionale delle acque territoriali dell’arcipelago e permetterà di proteggere gli ecosistemi marini e, in particolare, una delle formazioni coralline più importanti del Pacifico. Il governo delle Isole Cook spera che questa iniziativa sia di esempio per altri Paesi. Come ha spiegato il primo ministro Henry Puna in occasione del 43imo forum delle isole del Pacifico:

La creazione del parco, il più grande mai gestito da un singolo stato, è il nostro contributo al benessere non solo delle isole, ma di tutto il pianeta. L’area protetta fornirà il necessario contesto per bilanciare la crescita economica, con interessi come il turismo e la pesca, con la conservazione della biodiversità oceanica.

Anche altri Stati del Pacifico sembrano intenzionati a seguire la strada tracciata dalle Isole Cook. L’Australia, ad esempio, ha annunciato la prossima istituzione di nuovi parchi marini per una superficie complessiva di 3,4 milioni di chilometri quadrati. Nel frattempo, entro al massimo 2 o 3 anni, sarà formalizzata la nascita dell’area protetta da record nell’arcipelago neozelandese.

31 agosto 2012
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento