Dalla Costa Concordia arriva la notizia che si attendeva da settimane, l’inizio del pompaggio di carburante dai serbatoi. Il via è arrivato alle 17 di domenica 12 febbraio, quasi un mese esatto dalla notte del naufragio. La notizia più attesa e la più importante, visto che da qui si dovrà necessariamente passare per procedere in seguito alla rimozione del relitto.

Terminate le operazioni preliminari di fissaggio delle valvole sullo scafo della Costa Concordia, ora si procederà con lo svuotamento dei serbatoi. Operazione necessaria e ineludibile in prospettiva della rimozione della nave dalle coste dell’Isola del Giglio. Più volte lo ha ripetuto in questi giorni il capo dipartimento della Protezione Civile Franco Gabrielli, tornato a confermarlo anche a estrazione in corso.

Un giorno di anticipo rispetto a quanto affermato nei giorni scorsi dallo stesso Gabrielli, che parlava di un probabile inizio fissato per oggi.

Il tempo stimato per il completamento delle operazioni di pompaggio degli oli pesanti resta però immutato: tra i 28 e i 30 giorni, condizioni meteo permettendo. Di certa c’è solamente la tabella di marcia imposta dalla Protezione Civile e dalla stessa Smit Salvage, che si occupa del recupero, ovvero dell’estrazione ininterrotta 24 ore su 24.

13 febbraio 2012
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento