Naturopata: di cosa si occupa

Il naturopata è una figura professionale la cui popolarità è in costante crescita. In diversi casi si viene a conoscenza dell’esistenza di questa professione attraverso il racconto di amici o parenti, che si sono affidati a lui/lei per un consulto o per migliorare il proprio stile di vita.

Rispetto ad altre figure quella del naturopata presta particolare attenzione non soltanto allo stato fisico, ma anche alla condizione psicologica ed emotiva della persona. In base a un’analisi di tutti questi fattori l’esperto di naturopatia indicherà le soluzioni naturali più adatte al soggetto. Questa figura non si occupa però di effettuare diagnosi, né di impostare le relative terapie farmacologiche, in quanto non è un medico (sebbene alcuni medici abbiano deciso di affiancare la naturopatia alle proprie conoscenze accademiche).

Fiori di Bach

Fiori di Bach

Di cosa si occupa

Il naturopata cerca di ottimizzare la risposta dell’organismo nei confronti delle piccole patologie, migliorando sia la reazione in caso di disturbo che aiutando la persona a prevenire eventuali malesseri. Particolare attenzione viene posta sugli aspetti emotivi e psicologici, in quanto condizioni come stress o ansia vengono viste come impattanti negativamente sulla capacità del corpo di mantenere la propria salute.

=> Scopri quali sono i migliori oli essenziali anticellulite

Fitoterapia, floriterapia, oli essenziali, integratori alimentari e tecniche come la riflessologia plantare, la craniosacrale e la kinesiologia sono solo alcune delle “armi” a disposizione del naturopata per aiutare chi si rivolge a questa figura, che non potrà in alcun modo fare ricorso a farmaci o altro tipo di terapie mediche.

Il ricorso al naturopata è consigliato anche a chi è alla ricerca di un contatto più stretto con il vivere secondo natura, chi cerca di migliorare il proprio stile di vita o a coloro che vorrebbero ritrovare le energie perdute e prevenire eventuali possibili malesseri. Nel caso di problematiche minori il naturopata può anche collaborare con il medico curante che voglia affrontare il problema secondo un approccio alternativo.

Riflessologia plantare, mappa


Come si diventa naturopata

Diventare naturopata richiede un percorso di studi che dura solitamente dai 3 ai 4 anni. Sono presenti anche in Italia diverse scuole che permettono di avvicinarsi a questa professione, che tuttavia non è riconosciuta ufficialmente dalla legislazione italiana. Non è necessario essere laureati in medicina o biologia per frequentare uno dei vari corti disponibili, ma sarà sufficiente essere in possesso del diploma di scuola secondaria.

Più o meno in tutti i corsi vengono fornite le nozioni di base per quanto riguarda la fisiologia, l’anatomia e le principali patologie, oltre a una conoscenza di vario livello sui rimedi naturali e sulle tecniche d’intervento più consigliate (fiori di Bach, riflessologia plantare, fitoterapia ecc.). Prima di iscriversi sarà fondamentale valutare attentamente il programma del corso, così da sincerarsi che risponda alle proprie aspettative.

18 luglio 2018
Lascia un commento