La biodiversità è un patrimonio universale inestimabile, ma in grave pericolo a causa di inquinamento e di mutamento degli habitat ad opera dell’uomo. Pensando a questo il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ha ideato il progetto del portale NaturaItalia, rinnovato e presentato nelle sue nuove vesti ieri all’Auditorium del Ministero, presenti le Sottosegretarie Barbara Degani e Silvia Velo.

Lo scopo del portale NaturaItalia è quello di divulgare e approfondire le tematiche legate alla biodiversità del nostro Paese e alla sua conservazione. Tre le sezioni principali:

  • Vivi le aree naturali” – Dedicato, con foto, video e pubblicazioni, alle aree naturali protette e alla loro storia, geografia, flora e fauna con attenzione anche alla parte normativa;
  • Scopri la biodiversità” – Cosa minaccia la biodiversità del nostro Paese, cosa ciascuno può fare per contribuire alla tutela delle 57.000 specie animali e delle oltre 10.000 specie vegetali;
  • Conosci e difendi il mare” – Ci sono i dati relativi alle emergenze e alle condizioni ecologiche dei nostri mari, ma anche nozioni importanti per conoscerlo come risorsa, tutelarlo dalle minacce e portarlo ad un “buono stato ambientale”.

Il sito ci porta tra i 24 Parchi Nazionali, tra le 27 Aree Marine Protette, nel Parco sommerso di Baia, nel Parco sommerso di Gaiola e nel Santuario per i Mammiferi Marini. In Italia sono 871 in tutto le aree protette, per un totale di oltre 3 milioni di ettari tutelati a terra, circa 2,85 milioni di ettari di mare e 658 chilometri di costa.

Un patrimonio di biodiversità e di diversità culturale e paesaggistica di valore incalcolabile, che va protetto e valorizzato per un turismo ecosostenibile che, aiutando l’economia, dia risorse importanti che permettano l’innovazione necessaria per una conservazione 2.0 di questo immenso tesoro. Lo sostiene anche la Sottogretaria del Ministero, Silvia Velo:

Il Portale deve rappresentare un punto di partenza per altre progettualità, ho già in mente come utilizzarlo, ad esempio nell’ambito del turismo sostenibile, altra grande risorsa per la green economy che nel nostro Paese stiamo iniziando a capitalizzare oggi.

Una particolare attenzione viene dedicata proprio al mare, in quanto, aggiunge:

La salute nostra e dei nostri territori è fortemente condizionata dalle condizioni di salute del mare.

2 aprile 2015
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento