Anche negli zoo si onorano le feste. A poco meno di 24 ore dai pranzi di Natale, c’è chi ha già scartato i regali. Sono gli animali degli zoo di mezzo mondo, protagonisti negli ultimi giorni di incontri ravvicinati con Babbo Natale e di leccornie da gustare in un sol boccone. Una trovata simpatica sia per i visitatori dei parchi che per gli stessi animali, pronti ad abbandonare la monotonia della cattività e della reclusione almeno per un giorno all’anno.

Quello dei regali natalizi per tigri, leoni, elefanti e tutte le altre specie ospitate negli zoo non è di certo una novità: da circa un lustro, complice anche la rilevanza mediatica di YouTube e dei social network, sono sempre più le strutture convertite a una simile iniziativa. E i dono sono quasi sempre delle delizie per il palato, rigorosamente impacchettate per non privare gli animali del gusto della sorpresa.

Allo zoo di Cincinnati, ad esempio, gli orsi polari sono stati sorpresi da un regalo insolito: delle forme di ghiaccio, rigorosamente montate ad alberello, con racchiusi all’interno dei deliziosi pesciolini. E nonostante il dono in questione non si scarti, tanta pazienza han dovuto dimostrare gli orsi nell’attendere lo scioglimento del ghiaccio, prima di addentarne il ghiotto contenuto. Nelle gabbie dello zoo di Buin Zoo, in Cile, invece protagonisti sono i giaguari: per loro delle coloratissime scatole di Natale, con all’interno dei tranci della più pregiata delle carni.

Mele e dolce frutta per le scimmie dello zoo di Londra, tra cappellini per gli orsetti lavatori e lunghe calze ricolme di leccornie per le altissime giraffe. Grandi sacchetti rossi di noccioline per i canguri di Leicestershire, mentre all’acquario di Tokyo i cetacei nuotano in compagnia di Babbo Natale in persona. E ancora tigri, lemuri, leoni, pappagalli esotici, elefanti: tutti hanno ricevuto il loro personalissimo dono.

24 dicembre 2013
In questa pagina si parla di:
Via:
Lascia un commento