Le feste di Natale si avvicinano e, con esse, il classico cenone della Vigilia oppure il pranzo in famiglia del 25. Ma come rendere la tavola più invitante, con dei decori certamente graditi dai propri ospiti? Una più che valida soluzione è quella di realizzare dei segnaposti creativi, utili anche per la disposizione degli invitati, magari per evitare quel classico bisticcio fra due parenti che, nonostante lo spirito natalizio, proprio faticano ad andare d’accordo.

Le idee per realizzare un segnaposto di Natale sono davvero moltissime: basterà lasciare fluire la creatività. E soprattutto lo spirito ecologico, facendo anche affidamento a il riciclo creativo, così da riutilizzare vecchi materiali disponibili nella casa.

Segnaposto floreali

Il metodo più semplice per creare un segnaposto originale è ricorrere, come facile intuire, ai fiori. Sono moltissime le varietà disponibili anche a dicembre: basterà quindi creare un mazzetto, legarlo con un fiocco al tovagliolo e aggiungere un biglietto con il nome dell’ospite desiderato.

Una composizione facile e veloce può essere composta da un rametto di pino, un paio di spighe secche e un fiore caratteristico, come la bianca rosa di Natale. Dopo aver arrotolato a cilindro il tovagliolo, si fissa il mazzetto con un filo di rafia colorato o, qualora fosse preferito, un nastro di raso rosso. Dopodiché, con l’aiuto di uno spago, si fissa un bigliettino con il nome: questo potrà essere realizzato con del cartoncino, della carta kraft o tramite il riciclo di carta di giornale invecchiata o ormai vetuste mappe geografiche.

Le alternative per le parti floreali sono davvero le più disparate: al posto della rosa di Natale si possono usare girasoli secchi, mentre per una dimostrazione originale si potrebbe approfittare dei crisantemi. Ampiamente disponibili in questa stagione e sebbene in Italia si tenda a collegarli al ricordo dei defunti, sono in realtà una delle varietà più gioiose d’Oriente. In Asia, infatti, il crisantemo indica gioia, felicità e prosperità: perfetti, quindi, per un cenone in stile orientaleggiante.

Segnaposto a pacchetto

Altra idea molto originale è quella di creare dei piccoli pacchetti di cartoncino, da posizionare sopra tovagliolo e piatto o, in alternativa, all’interno di un alto bicchiere.

La preparazione è molto semplice: si ritagli sul cartoncino, anche di recupero, la forma di un cubo aperto, quindi con sei facce. Sull’esterno di ogni quadrato, inoltre, si dovranno aggiungere delle alette per il montaggio finale. Dopo aver ritagliato il tutto, si pieghi ogni faccia e si fissino le alette con la colla vinilica: si otterrà una piccola scatolina. Sarà sufficiente ricoprirla con la carta di propria preferenza – argentata, dorata, metallica, velina, crespa, kraft – e aggiungere un fiocchettino realizzato con dello spago o della rafia. Proprio legato al fiocco si fisserà una piccola targhetta, con il nome dell’ospite desiderato.

Segnaposto di feltro

Per chi avesse dimestichezza con il taglio e il cucito, il feltro è certamente la soluzione ideale per un segnaposto originale, simpatico e altamente creativo. Basterà recuperare degli scampoli in casa: di certo non mancheranno, soprattutto da festività passate oppure accumulati negli anni.

Il primo passo è quello di definirne la forma: un pupazzo di neve, il profilo di Babbo Natale, una stella, un alberello e molto altro ancora. L’idea è quella di personalizzare ogni seduta con un segnaposto diverso, affinché ogni invitato potrà sentirsi unico. Per la definizione della forma utile è anche aiutarsi con delle immagini prese dalla rete che, una volta stampate, saranno di certo fondamentali per il taglio del feltro. Dopo aver fissato il cartamodello allo scampolo con uno spillo, si segua con le forbici il perimetro: se si desidera un segnaposto leggero basterà un solo strato, se invece si preferisse una lieve imbottitura due. Con del filo di cotone colorato, si potrà cucire tutto il profilo: per la versione imbottita, si lascerà infine una piccola fessura in cui inserire dell’ovatta oppure della gommapiuma di recupero. Per la decorazione finale, ad esempio per realizzare occhi e bocca di un pupazzo di neve, via libera a bottoni e altri piccoli strumenti di maglieria, da fissare anche con la colla a caldo qualora non li si volesse cucire.

Segnaposto di carta

Se si fosse in certa di una soluzione rapida, ma comunque di un certo effetto, il classico segnaposto di carta sortirà l’effetto sperato, con qualche rivisitazione. Un’idea originale è quella di poggiare sul piatto il classico biglietto d’auguri ripiegato a metà, utilizzando però della carta speciale.

Ci si procuri del cartoncino mediamente rigido, quindi degli strappi di tipologie di carte diverse: velina, crespa, di riso, da quotidiani, da pacco, vecchie mappe e molto altro ancora. L’obiettivo è quello di realizzare un patchwork di tante carte differenti, disposte a più livelli l’una sull’altra. Ritagliato dal cartoncino la forma del biglietto, si passi uno strato sottile di colla vinilica e si disponga, anche alla rinfusa, il primo livello di carta. Ad asciugatura effettuata, si stenda un ulteriore strato vinilico e si ripeta l’operazione con altra carta, fino a ottenere l’effetto sperato. Infine, con un pennarello indelebile oppure con delle tempere, si scriva il nome dell’ospite prescelto.

20 dicembre 2015
Lascia un commento