A Natale i consumi aumentano, soprattutto di carattere alimentare, e con essi l’uso di bottiglie e barattoli in vetro che diventano rifiuto assieme a qualche bicchiere rotto durante un brindisi “vigoroso”. La produzione di rifiuti in questo periodo aumenta di un terzo e si stima che solo le bottiglie di vino, spumante e champagne utilizzate per i festeggiamenti, quest’anno saranno circa 90 milioni. Per realizzare una corretta raccolta differenziata anche in questo periodo dell’anno ci chiediamo: cosa realmente va conferito nel bidone del vetro e cosa no?

Ce lo dice CoReVe, il Consorzio Recupero Vetro, che fornisce alcuni consigli per una corretta raccolta del vetro, così da riuscire a riciclare il più possibile senza incorrere in gravi errori che possano contaminare il processo del riciclo.

Sì a bottiglie, vasetti, barattoli di marmellate, conserve, salse, ma no a piatti, tazzine o statuette del presepe in ceramica o porcellana, perché anche piccoli frammenti di esse in un intero carico sono responsabili di un’estrema fragilità del prodotto che ne inficia l’inserimento nel mercato.

Stessa cosa per la vetroceramica come il pyrex, che spesso risulta difficile distinguere dal vetro. Divieto assoluto anche per il cristallo, che contiene piombo e come tale va ad inquinare il processo di produzione del vetro, spesso utilizzato anche per la conservazione di alimenti.

Tornando poi al periodo natalizio, più volte ci si è chiesti se le palline in vetro, alcune decorazioni di Natale colorate, le lampadine o le luci, sono da considerare “vetro da riciclare”. La risposta è no: come la ceramica e il cristallo, questi materiali sono da considerare “falsi amici” del vetro e quindi sono destinati all’indifferenziato.

Se pensavamo di essere green proprio perché utilizzavamo decorazioni realizzate con un materiale che può essere riciclato, ci sbagliavamo. Forse ci conviene dirigerci verso tipi di materiali più naturali, magari anche utilizzando materiali di riciclo.

23 dicembre 2014
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Via:
Lascia un commento