Le festività di Natale sono ormai alle porte e, come ogni anno, è giunto il momento di pensare alle decorazioni. Si tratti di vistosi abeti addobbati, o di più minimaliste ghirlande, la fantasia creativa scorre più florida che mai in questo periodo dell’anno. Perché non approfittarne, tuttavia, per realizzare un progetto di riciclo creativo?

=> Scopri l’albero di Natale ecologico


Tra i materiali sicuramente più diffusi in casa, le bottiglie di plastica rappresentano di certo i rifiuti maggiormente frequenti. Ideale, di conseguenza, sarà approfittarne per creare decorazioni, addobbi e piccoli oggetti festivi all’insegna del Natale, con poco sforzo ma grande soddisfazione.

La campana di Natale

Per il riciclo creativo delle bottiglie di plastica in un’ottica festiva, il progetto più semplice vede la realizzazione di una simpatica campana natalizia, da addobbare con una ghirlanda e, perché no, appendere sulla porta di casa. L’occorrente è davvero alla portata di tutti: serve soltanto una bottiglia di plastica, dello spray o della vernice oro o argento, una piccola pallina per abeti, forbici e pochi centimetri di spago.

=> Scopri i regali ecosostenibili per Natale


Si tagli la bottiglia all’incirca verso la metà, per ottenere la forma di una tipica campana, partendo ovviamente dal collo della stessa. Eseguita questa operazione, si vernici la superficie esterna della plastica di colore oro oppure argento, a seconda delle proprie preferenze: qualora si ricorra a delle soluzioni spray, tuttavia, utile sarà adagiare il tutto su un foglio di giornale e, non ultimo, usare una mascherina se necessario.

Mentre si attenderà che lo strato di colore si asciughi, si potrà provvedere alla realizzazione del batacchio per la campana. Si fissi un pezzo dello spago, poco più lungo della bottiglia di plastica già tagliata, alla pallina decorativa per l’albero di Natale. Quando il colore sarà asciutto, si adagi la pallina al centro e, dall’interno, si faccia passare lo spago attraverso il collo della bottiglia stessa. Per mantenere in posizione il breve filo all’altezza desiderata, basterà legarlo attorno al collo o fissarlo con un tappo. La campana può essere quindi completata con una ghirlanda decorativa, ma anche con dei rametti di pino.

Alberello di Natale

Un secondo progetto vede il riciclo creativo delle bottiglie di plastica per la creazione di un originalissimo alberello di Natale. Anche in questo caso, il procedimento è molto semplice e richiede pochi strumenti: sono sufficienti due o tre bottiglie, della tempera o della vernice verde e bianca e, se dovesse servire, anche della colla adatta ai materiali plastici.

Si tagli il fondo di ogni singola bottiglia, affinché il lato inferiore rimanga aperto. Dopodiché, si colori una striscia bianca lungo l’estremità della bottiglia, rispettandone la circonferenza, mentre la restante parte di verde. In questo modo, si potrà riprodurre l’effetto della neve sui rami del pino. A questo punto, armati di forbici, si taglino delle strisce affiancate, dal basso verso l’alto, lunghe poco più della metà della bottiglia. Queste, per effetto dello stesso taglio, tenderanno ad allargarsi verso l’esterno. Si sovrappongano, infine, le bottiglie l’una sopra l’altra: le strisce realizzate costituiranno le fronde del simpatico alberello. Infine, se fosse necessario, i vari esemplari sovrapposti potranno essere fissati con dello spago attraverso il foro del collo o, ancora, con della colla sui tappi.

26 novembre 2016
In questa pagina si parla di:
Immagini:
I vostri commenti
Marco, domenica 27 novembre 2016 alle20:14 ha scritto: rispondi »

Ma perchè, invece di giustificare la propagazione della plastica inventando recuperi, molto tristi, concedetemelo, che hanno il solo "merito" di prolungare l'agonia di un materiale che DEVE ESSERE SMESSO DI ESSERE USATO COME PACKAGING viste le difficoltà di smaltimento e i gravi problemi che sta causando a salute pubblica e del pianeta... ma perchè appunto non dite chiaramente di non comprare più prodotti imballati nella plastica?? vogliamo lasciare l'ardua risposta ai posteri? C'è molto di più su cui riflettere... altro che tristi soluzioni in una civiltà in decadenza e inquinante, noi stessi e la casa comune (rif. Papa Francesco, enciclica Laudato Si')

Lascia un commento