Natale: Dec-Albero 2017 dal WWF per feste sostenibili

Natale si avvicina e molti italiani sono alle prese con gli acquisti di luci, decorazioni e altri accessori per rendere l’atmosfera di casa più “natalizia”. A questo si aggiungeranno le varie spese per cene e pranzi in famiglia o con amici. Anche per il 2017 il WWF ha presentato il suo Dec-Albero, 10 regole d’oro per rendere sostenibili queste festività.

Per un Natale sostenibile il WWF ricorda come vi siano alcune pratiche in grado di trasformare le proprie festività e renderle più amiche della Terra. Come ad esempio evitare alcuni cibi considerati distruttivi, tra cui datteri di mare (la cui pesca è vietata) e il caviale (che per essere consumato dev’essere certificato MSC). Indicazioni arrivano anche per l’Albero, che deve essere stato coltivato secondo criteri di sostenibilità e addobbato con materiali di riciclo.

Nel decalogo dell’associazione indicazioni riguardo addobbi e decorazioni, cenone, regali e “spirito natalizio”. Questi i 10 consigli contenuti nel Dec-Albero 2017 del WWF:

  1. Scegliere un Albero di Natale “locale” o artificiale se “di riciclo”;
  2. Luci e luminarie a basso consumo e addobbi fatti in casa;
  3. Cenone o pranzo di Natale conprodotti locali e di stagione, e poca carne;
  4. Da pranzi e cene bandire prodotti come foie gras, caviale, datteri di mare o aragoste;
  5. Evitare inoltre di ricorrere a stoviglie usa e getta, ricordandosi poi di fare la differenziata;
  6. No al “Natale sprecone”, evitando di buttare il cibo, sprecare l’energia, mentre i regali dovranno essere fatti solo se utili;
  7. No a specie esotiche o loro derivati poiché alimentano il commercio illegale;
  8. Acquistare o regalare apparecchi tecnologici ed elettrodomestici solo se a basso consumo di energia;
  9. Per lo shopping muoversi rigorosamente a piedi, in bici o con mezzi pubblici e pacchetti incartati in modo sostenibile;
  10. Evitare regali inutili, definiti dal WWF come “in via d’estinzione”, e in caso di dubbio scegliere di adottare una specie a rischio attraverso i canali ufficiali dell’associazione.

11 dicembre 2017
In questa pagina si parla di:
wwf
Lascia un commento