Da boschi sostenibili certificati PeFc l’albero di Natale 2016 che verrà allestito a breve in piazza San Pietro e acceso il prossimo 9 dicembre. Si tratta di un abete rosso di 85 anni, alto 25 metri e proveniente dalla Val Campelle nel Comune di Scurelle (Valsugana, Provincia Autonoma di Trento).

=> Leggi i consigli WWF per un Natale davvero sostenibile

Albero di Natale sostenibile per Papa Francesco, in pieno rispetto dei principi espressi all’interno dell’Enciclica sull’ambiente “Laudato Si'”. Come ha ricordato anche Antonio Brunori, segretario generale Pefc Italia (organo nazionale per la gestione del sistema di certificazione “Programme for Endorsement of Forest Certification schemes”, Programma di Valutazione degli schemi di certificazione forestale):

Come ha spiegato La scelta della Santa Sede è un grande segnale, coerente con le scelte degli anni scorsi, ai fedeli di quale sia la strada migliore per celebrare le festività natalizie rispettando al tempo stesso il nostro patrimonio naturale. Una posizione in linea con gli importanti messaggi contenuti nell’enciclica Laudato si’ di Papa Francesco.

L’abete rosso pesa 60 quintali, ha un diametro del tronco di 70 centimetri e un’estensione della chioma di 8 metri. Per il trasporto a valle è stato impiegato un elicottero dell’Esercito Italiano – Reggimento Aves ‘Antares’ di Viterbo, con l’aiuto della Protezione Civile di Trento e i volontari locali dei Vigili del Fuoco.

Nel giorno in cui è stato abbattuto l’abete rosso sono stati piantati da alcuni studenti di una scuola della Valsugana 49 esemplari tra larici e abeti rossi. La scelta di un albero sostenibile che può essere compiuta da tutti, evitando l’acquisto di abeti di cui non si conosce la provenienza o l’utilizzo di prodotti in plastica.

29 novembre 2016
Fonte:
Lascia un commento