Natale e la sua tavola devono essere qualcosa di indimenticabile. A partire dall’inizio e quindi con gli antipasti. I pranzi e le cene delle feste si basano su un delicato equilibrio di abbuffate: di solito si aumenta di peso, in realtà per l’ampia scelta che questi pasti offrono, per cui le parole d’ordine sono esagerare con la scelta, non con le quantità, a meno che non si debba cucinare per un reggimento. Cosa che a volte a Natale può anche succedere tra parenti e amici che si ritrovano insieme per festeggiare.

=> SCOPRI gli antipasti di mare

Sulla tavola degli antipasti di Natale non possono mancare i carpacci di ogni tipo, come quelli di bresaola, di tonno o di salmone. Il carpaccio si serve sempre con della rucola, delle scaglie di grana e del succo di limone. In Campania, sulla tavola natalizia è uso servire anche della pizza provenzale: si tratta di pizza bassa e fatta in casa e condita leggermente con pomodoro e olive nere, senza mozzarella o altro. Solitamente la pizza provenzale è bassa ma soffice, tanto che si possa tagliare con le forbici da cucina.

Se si vuole ricreare davvero l’atmosfera natalizia ampio spazio ai canapè: sono l’antipasto più versatile, perché si può tagliare il pane con le formine, come stelline e alberelli, e condire con pomodori, peperoni rossi e verdi, olive, paté di origine vegetale, crema di salmone, caviale o uova di lompo rigorosamente rosse, formaggio fresco e così via. L’importante è che i colori siano quelli tipici di questa festività. Facile e veloce è anche sistemare degli spiedini con tocchetti di salumi, formaggi e olive infilzati in mezza arancia, un antipasto decorativo e stuzzicante.

=> SCOPRI gli antipasti di terra

Neppure la frittura deve essere messa in secondo piano. In gran parte del centro-sud Italia, l’antipasto fritto è rappresentato dalle frittelle con alghe o pettole ai vari gusti, che possono essere con cavolfiore, patata dolce, tonno, pomodoro, olive, capperi, ma anche vuote. L’inverno è poi il periodo migliore per le cicorie di stagione: se si vuole creare un piatto non bello ma molto gustoso si possono preparare le cicorie stufate al gavoi, che si ottengono aggiungendo alle cicorie preparate al vapore del gavoi grattugiato che faccia da collante.

27 marzo 2013
Lascia un commento