10 consigli per un Natale eco-sostenibile

Arriva Natale e torna il solito problema di come poterlo affrontare in maniera sostenibile. A questo proposito il WWF ha diffuso il proprio decalogo con i consigli per far sì che queste festività siano un’occasione di felicità non soltanto per coloro che le vivranno con amici e parenti, ma anche per la Terra che tutti abitano.

Il “Dec-Albero” del WWF guida in tutti i principali aspetti che possono riguardare il periodo di Natale come la cena della Vigilia, l’albero, l’illuminazione e gli immancabili spostamenti più o meno vacanzieri. Importante anche la scelta dei regali natalizi, che potranno essere all’insegna del riuso e riciclo o anche “semplicemente” eco-sostenibili.

Vediamo ora uno per uno gli aspetti, indicati dal WWF, per rendere le proprie festività natalizie un’occasione per far del bene anche alla Terra:

  1. L’albero è di solito il primo aspetto di cui tenere conto, prestando particolare attenzione sia alla provenienza che alla presenza di radici. Gli abeti devono essere stati tenuti lontani da fonti di calore e abbia il certificato di produzioni in vivai specializzati. Alternativa preferibile è l’addobbo dei propri alberi da giardino, risolvendo così anche il problema della gestione post-festività. Terza opzione l’acquisto di un albero in cartone o plastica (meglio se riciclata) così da poterlo conservare a lungo nel tempo;
  2. Altro punto chiave l’illuminazione, migliore se a LED e se tenuta accesa unicamente nei momenti speciali e non per tutte le 24 ore ogni giorno. Si consumerà meno elettricità e farà bene sia al clima che alle vostre tasche;
  3. Attenzione poi al menù del cenone. Banditi fois gras (a causa delle sofferenze estreme a cui sono sottoposti gli animali), datteri di mare (la loro raccolta comporta la distruzione delle scogliere), aragoste (quasi estinte) e caviale (storioni a rischio estinzione);
  4. Preferire prodotti locali e di stagione, utilizzando il minor apporto di carne possibile;
  5. Evitare l’uso di posate, bicchieri e piatti di plastica;
  6. Quando si scelgono le mete dove trascorrere le festività natalizie meglio orientarsi verso vacanze sostenibili che favoriscono la biodiveristà;
  7. Sotto l’albero tra i regali non devono assolutamente trovarsi esemplari rari o esotici, oltre ad evitare di alimentare il commercio illegale di prodotti derivati;
  8. Durante lo shopping natalizio evitare l’uso dell’auto a vantaggio di biciclette e mezzi pubblici, rinunciando inoltre alle buste dei negozi utilizzando shopper in tessuto riutilizzabili;
  9. In caso di acquisto di elettrodomestici e prodotti elettronci attenzione alle etichette energetiche;
  10. Infine via libera assoluto all’acquisto di prodotti del commercio equo e solidale e sostenibili, a basso impatto sia sociale che ambientale. Altra valida alternativa è l’adozione di una specie protetta tra quelle presenti sul sito dello stesso WWF.
    • 5 dicembre 2012
      In questa pagina si parla di:
      wwf
Lascia un commento