Un’interessante iniziativa, quella portata avanti da un sistema privato assistenziale, per la cura e la tutela del benessere di cani e gatti di affezione. A lanciare il tutto è Mutua Italiana assistenza sanitaria (Mias): il progetto si chiama Dottor Bau & Dottor Miao ed è nato con il supporto di FareAmbiente, Movimento ecologista europeo, quindi della compagnia assicurativa EuropAssistance. Un sistema privato che allarga gli orizzonti verso il sociale, in favore dei beniamini del cuore che tanto animano il quotidiano. Il costo proposto sarà di 120 euro all’anno con un forte sconto del 50% per chi tra gli adottanti è esente da ticket, favorendo così un forte sgravo fiscale sul budget casalingo. Claudio Andrea La Rosa, presidente della Mias che ha presentato l’iniziativa l’8 febbraio, commenta così:

Abbiamo dato vita alla “Prima Mutua Sanitaria per Cani e Gatti”, in un segmento sociale che ha bisogno di sostegno, visto che oltre il 55% delle famiglie italiane ha adottato un animale domestico, circa 15 milioni, tra cani e gatti. Gli animali sono un ammortizzatore sociale. Si registrano oltre 4,5 miliardi di euro di risparmio nel servizio sanitario […] Si tratta di una serie di garanzie e di sussidi sanitari erogati all’associato in caso di ricovero del cane e o gatto. Abbiamo studiato tutta una serie di garanzie come ad esempio “Per Sempre”, dove ci rendiamo garanti tramite la struttura qualificata delle Guardie ecozoofile di FareAmbiente nel trovare una sistemazione adeguata all’amico pet in caso di decesso o inabilità del suo padrone.

=> Scopri le spese veterinarie detraibili


Un supporto importante, come il servizio “Sacrificio necessario”, che controlla come la cremazione del cane e del gatto debba avvenire in modo etico, in strutture e spazi controllati tramite la società specializzata Petico. Come afferma lo stesso La Rosa. i quadrupedi non devo risultare come un lusso ma un valore sociale. Come anticipato, una percentuale molto alta di famiglie italiane si avvale della presenza di questi amici speciali con evidenti benefici per la salute, favorendo al contempo l’interazione sociale. L’assistenza coprirà le spese di ricerca anche in caso di smarrimento del quadrupede, con un sostegno concreto che potrebbe ridurre i numeri legati all’abbandono. La mutua partirà a fine mese, mentre i canali per l’adesione saranno tanti: dai social, al sito ufficiale, ai pet store fino al sito delle Guardie Ecozoofile di FareAmbiente. Claudio Andrea La Rosa sottolinea infine:

[…] abbiamo un aggravio sui costi con l’Iva al 22% sia per quanto riguarda i prodotti alimentari sia per quanto riguarda le visite veterinarie, cosa che penalizza soprattutto le fasce più deboli economicamente o con problemi sanitari, che fanno magari del rapporto con il proprio animale domestico una vera e propria ragione di supporto affettivo ed emotivo. Proprio per questo abbiamo deciso, con una iniziativa che ci rende orgogliosi, che l’associato esente dal ticket sanitario potrà aderire a condizioni di assoluto favore alla stessa con uno sconto della quota associativa anche del 50%.

9 febbraio 2017
Fonte:
Immagini:
I vostri commenti
daniela, venerdì 10 febbraio 2017 alle15:41 ha scritto: rispondi »

E per chi di gatti ne ha quattro più un cane quanto spende? ci sono anche famiglie numerose

Lascia un commento