Un gruppo di grandi esperti della NASA afferma che gli attuali modelli climatici prevedono ritmi di riscaldamento globale troppo pessimistici, perché non tengono in considerazione importanti fattori di raffreddamento che entrano in gioco insieme all’aumento dei livelli di CO2.

Gli esistenti modelli falliscono infatti nel non includere nello studio l’effetto che l’innalzamento dei livelli di CO2 produce sulle piante. Come ben noto queste respirando anidride carbonica, rilasciando poi ossigeno. Pertanto la CO2 è essenziale per il processo di fotosintesi e il suo incremento produce importanti effetti su di esso.

Dunque i modelli sul futuro riscaldamento del clima globale dovrebbero prendere in considerazione la possibile crescita del numero di piante nel Pianeta, cosa che invece nella maggior parte dei casi non è assolutamente menzionata. Alcuni studi lo fanno, ma non riescono a produrre una corretta simulazione, in particolare con considerano il fatto che in presenza di un’elevata quantità di CO2 le piante riescono a fare un uso molto più razionale dell’acqua.

Bisogno poi considerare gli effetti di raffreddamento conseguenti al maggior numero di precipitazioni, un fattore anch’esso spesso trascurato nei precedenti studi.

Gli esperti di La NASA e NOAA hanno quindi prodotto delle simulazioni più accurate, considerando livelli di CO2 raddoppiati a 780 parti per milione (ppm) rispetto alle attuali 390 e ottenendo che il mondo subirebbe effettivamente un riscaldamento di soli 1,64 °C.

Per comprendere l’importanza di tale risultato basti considerare che attualmente le Nazioni Unite si stanno battendo per mantenere il riscaldamento globale limitato a 2°C e i livelli di CO2 sotto i 450 ppm, obiettivo ritenuto dalle attuali simulazioni irrealizzabile.

10 dicembre 2010
In questa pagina si parla di:
I vostri commenti
ziomaul, martedì 11 gennaio 2011 alle4:20 ha scritto: rispondi »

Comunque è normale che non siano d'accordo tutti. Ma questa immagine è lampante : http://4.bp.blogspot.com/_ix1qRsD71DE/TSsWX6AQZ0I/AAAAAAAADNU/y8qQqPiaI5I/s1600/DoranAndZimmerman2009.png Ciao

ziomaul, martedì 11 gennaio 2011 alle4:03 ha scritto: rispondi »

Spiacente informarti che non è per rabbia/cattiveria, basta leggere (con un minimo di studi) gli articoli di Franco Battaglia sul "Il Giornale" o le sue interviste per capire quello che conosce di Chimica-Fisica! Sul vecchietto Antonio Zichichi mettiamoci una pietra sopra per compassione. Per questo i presupposti (oggettivi?) non collimano Con la fisica e neanche con la meteorologia. Poi uno può farneticare tranquillamente se è nella politica. Ciao

corrado fronte, sabato 8 gennaio 2011 alle9:28 ha scritto: rispondi »

Caro ziomau, tu dici che Antonio Zichichi e Franco Battaglia sono famosi per ignoranza abissale, perché così si dice "in giro",e per una trasmissione comica che hai visto, se capisco bene, su canale 5. Non mi sembrano argomenti validi. Sono entrambi professori universitari di chiara fama. Zichichi è attivo particolarmente nel campo delle particelle sub-atomiche, Battaglia è professore di Chimica Fisica all'Università di Modena. Non so quali titoli tu abbia per criticarli, e su quale argomento specifico. Commenterò solo alcuni punti del tuo ultimo intervento. 1). La composizione dell'atmosfera è un dato oggettivo; il fatto che il vapore acqueo sia in concentrazione circa 10 volte superiore alla CO2, e che dia di gran lunga il maggior contributo all'affetto serra è pure un fatto oggettivo. Come è pure accertato che la CO2 di origine antropica è solo una piccola frazione del totale della CO2 atmosferica. Come è allora possibile che piccole, ma costosissime, riduzioni di CO2 antropica possano avere effetti significativi? Secondo alcuni scienziati l'IPCC ha compiuto una forzatura ingiustificata. Quanto a Zichichi, egli pone da sempre l'accento sul fatto che l'atmosfera non è un recipiente chiuso in cui noi versiamo CO2 fino a farlo traboccare, ma un sistema aperto, in equilibrio con le acque, con la vegetazione, con il suolo, ed in cui la CO2 entra ed esce per alimentare il mondo vegetale e per formare rocce calcaree. E mi sono rallegrato nell'apprendere che finalmente anche la NASA sta prendendo atto di questa complessa realtà, come descritto dall'articolo di Noemi Ricci; dal quale oltre al resto si evince che, secondo questo studio della nasa, un eventuale raddoppio della CO2 (fatto comunque improbabile, eventualmente lontano nel tempo)l'aumento della tempereture del pianeta sarebbe di 1,6°C, e quindi già al di sotto del massimo stabilito di 2°C. Se così fosse la situazione sarebbe molto meno drammatica di quanto precedentemente ipotizzto. Sul complesso sistema della C02ripropongo la lettura di un articolo che ho scritto su questo importante argomento. http://www.legnostorto.com/index.php?option=com_content&task=view&id=25619 2) Tu mi accusi di citare Nicolas Stern senza essere informato. In realtà io ho letto con attenzione il rapporto Stern, e su di esso ho anche scritto un articolo, che puoi trovare al link : http://www.legnostorto.com/index.php?option=com_content&task=view&id=25309 Tralascio per il momento di commentare altri giudizi sbrigativi ed inappropriati del tuo post. Saluti. Corrado

Corrado Fronte, venerdì 7 gennaio 2011 alle10:21 ha scritto: rispondi »

Mi sembra che prevalga il pregiudizio alla valutazione dei fatti e dei numeri ed al desiderio di approfondire. Pazienza. Ognuno fa di se stesso quello che vuole. Certamente è più comodo e rassicurante, in questa circostanza come in tante altre, seguire la massa. Sei solo uno dei tanti. Ciao Corrado

ziomaul, venerdì 7 gennaio 2011 alle5:18 ha scritto: rispondi »

Spiacente MA Zichicchi e Battaglia (vedi in giro) sono famosi per ignoranza abissale. Non per niente uno era preso in giro dai comici (Zichicchi su "Drive in" su canale 5 fintato spari' dalla circolazione e Battaglia da tutti per le innumerevoli castronerie) Semmai sono una prova, per assurdo che ci sia il GW. Poi: Bjorn Lomborg dice che è vero il GW (non il contrario) ma, secondo lui sarebbe meglio occuparsi della fame nel mondo. Lindzen vorrebbe che gli finanziassero i suoi esperimenti, però anche lui crede al GW. Nils Alex Morner veramente si è ricreduto. Da tempo! Abdussamantov dice si che il clima è influenzato dal sole ma crede fortemente al GW. Nicolas Stern, forse dovresti vedere chi è? Informati. La scusa dei Tories (vedere chi sono) non starebbe in piedi neanche con le stampelle. Pachauiri, forse dovresti vedere chi è? Informati. Insomma nessun scienziato (semmai parole ficcate con la forza) che nega il GW salvo qualcuno che minimizza e scuse per delle tasse come se chiedessero il permesso per tassare? Ciao

Lascia un commento