Il ruolo della museruola è quello di impedire che il cane morda, ma per legge è obbligatorio indossarla solo se l’animale è libero in spazi pubblici. Non è necessario che la porti se condotto a guinzaglio, ma è importante conservarne un modello in borsa per ogni eventualità. Può risultare importante ricorrervi durante il trasporto sui mezzi pubblici, oppure nella sala d’attesa del veterinario. Oppure durante le prime fasi di addestramento e in presenza di bambini.

Il proprietario è responsabile della condotta del proprio cane e come tale, in caso di comportamenti aggressivi o irruenti, è bene che indossi la museruola. L’animale dovrà essere sempre guidato con un guinzaglio non più lungo di 1,5 metri e vestire una museruola se indispensabile. In particolare se l’animale può risultare rischioso o poco gestibile in presenza di persone o simili, oppure su richiesta delle autorità competenti.

Tipologie di museruola

Museruola ferro

Dog with Muzzle via Shutterstock

La museruola può sembrare un attrezzo coercitivo, ma in realtà favorisce il processo educativo e formativo di Fido. Così da gestire adeguatamente il quadrupede anche in condizioni di potenziale disagio, come ad esempio luoghi affollati, rumorosi e ricchi di stimoli negativi. Il suo utilizzo deve risultare graduale, sin dalla tenera età, così da abituarlo in modo soft e senza imposizioni aggressive. Questo momento dovrà contemplare la pratica dell’allegria e dei premi, per rendere più sopportabile la presenza della museruola.

Inoltre è importante individuare la giusta struttura in linea con la sua stazza e il muso, perché calzi in modo soft e comodo. In commercio esistono diverse tipologie di museruola, le più diffuse sono quelle in nylon a nastro o fascia. Risultano quelle più belle dal punto di vista estetico ma forse più contenitive per il cane, perché il muso appare fasciato e l’animale fatica a ventilare. Le più classiche sono quelle a gabbia in cuoio, plastica rigida o ferro. Più comode da indossare, solo all’occorrenza, permettono al cane di muovere il muso e aprire la bocca per respirare. Entrambe si fissano alla nuca senza stringere in modo eccessivo.

Le varianti possono comprendere anche una semplice fascia di pelle, gomma o stoffa, che blocca il muso o raramente il paradenti per cani. Ma in questi casi l’utilizzo è dannoso per la ventilazione e la salute del cane.

Museruola i pro e i contro

Se utilizzata e acquistata nel modo giusto, la museruola può diventare uno strumento di supporto educativo, in particolare in presenza di cani di grossa stazza molto vigorosi. Deve rispettare le necessità di Fido come ad esempio la respirazione, il movimento della mandibola e la fisionomia del muso. È importante che sia morbida, comoda, quasi come un guanto. Può risultare inutile e dannosa, quindi sconsigliata, se decorata con parti in metallo acuminate, punte, uncini e risultare costrittiva e ferire l’animale. Non deve essere considerata un attrezzo di tortura per educare il cane alla sottomissione, oppure all’attacco e all’aggressività.

10 febbraio 2014
I vostri commenti
Viola Yael, mercoledì 8 febbraio 2017 alle12:45 ha scritto: rispondi »

Ciao Lisbeth, probabilmente abbaia perché è un cucciolo e tutto è nuovo per lui. Magari consulta un addestratore esperto o un comportamentista, che potrà offrirti qualche consiglio mirato. Facci sapere

Lisbeth, martedì 7 febbraio 2017 alle12:29 ha scritto: rispondi »

Ciao....sono disperata...ho un cucciolo di 4 mesi...incrocio pastore australiano e borders collie...noi a casa siamo in 5 ..io mio marito e tre bambine...con noi a casa il cucciolo è molto dolce giocherellone...nessun problema...ma quando usciamo é un vero disastro...non fa altro che abbaiare a tutti macchine in movimento e passanti...non so più che cosa fare...lui esce sempre mattina pomeriggio sera...lo porto pure al lavoro...al parco da per tutto ma è un incubo perché magari le persone vedendolo cucciolo lo vogliono accarezzare e lui molto diffidente abbaia....per favore qualche consiglio...grazieeee

ercole, martedì 11 febbraio 2014 alle15:22 ha scritto: rispondi »

Ma, quando ci sarà una legge seria, sul comportamento dei proprietari, che non puliscono e continuano imperterriti a fare gli strafottenti se gli si dice qualcosa? Perché non applicare e rendere obbligatoria la raccolta delle deiezioni e controllare il dna, facendo pagare le analisi e la multa ai proprietari, in campo nazionale?? Ma , siamo in Italia , e la civiltà del nostro popolo è ai minimi termini; si continua a girare senza fanale in bicicletta di notte, non si rispettano i semafori, non si da la precedenza ai pedoni ,sulle striscie pedonali, si circola in bici con il cane al guinzaglio, si parla con il telefonino alla guida della propria auto, in pratica LA GRAN MAGGIORANZA SE NE FREGA DEGLI ALTRI E NON HANNO RISPETTO DI NIENTE !!!!!!!!!

Lascia un commento