Il problema dell’inquinamento dovuto ai mozziconi di sigarette gettati in spiaggia è molto grave. Da anni sono in molti a combattere per ottenere il divieto di fumo al mare e qualche risultato in questa battaglia è stato ottenuto.

=> Scopri i mattoni realizzati con mozziconi di sigaretta

Sulle spiagge italiane coloro che fumano e lasciano i mozziconi sulla riva potranno essere multati con sanzioni che arrivano fino a 300 euro. Ora c’è chi chiede però anche uno step successivo nella lotta alla sigaretta in spiaggia: il divieto assoluto di fumare al mare in tutta Italia.

=> Leggi i dati del rapporto Beach Litter 2017

Chi si sta muovendo per questa battaglia è essenzialmente il Codacons, che da anni lotta per estendere il divieto di fumo su tutti gli arenili italiani. Con le normative attuali il divieto di fumo è stato già esteso in auto, in presenza di donne in gravidanza e anche in alcune zone all’aperto come nei pressi degli ospedali.

Secondo il Codacons quindi è giunto il momento di estendere il divieto di fumare anche sulle spiagge visto che alcune ricerche, come quella dell’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano sulla spiaggia di Bibione, ha dato risultati incredibili.

Perchè mettere questo divieto? Semplice: l’inquinamento delle sigarette in spiaggia spesso può superare anche quello che si registra in alcune zone ad alta intensità di traffico. Uno “stop” secco alle “bionde” risulta così fondamentale per salvaguardare la salute di anziani e bambini.

1 giugno 2017
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento