MOVEO, lo scooter elettrico pieghevole

La mobilità sostenibile prende ogni giorno sempre più piede, tra auto elettriche e altri mezzi di trasporto verdi. E se l’attenzione all’ambiente si coniugasse anche con la comodità? È questo il principio che ha spinto alla realizzazione di MOVEO, il primo scooter elettrico completamente pieghevole.

Non si può dire che scooter e motorini siano rari in Italia: con il traffico affollato delle nostre città, molto spesso risultano essere l’unica soluzione per potersi spostare con una certa agilità. Ma, nonostante gli spazi ridotti, vi è sempre il problema del parcheggio: dove lasciare il ciclomotore? Vi sono zone apposite adibite? Vi sono sistemi di blocco per scongiurare i furti? Tutti questi dubbi saranno spazzati via da MOVEO che, grazie al suo corpo pieghevole, può essere custodito anche nel piccolo atrio di qualsiasi palazzo. E perché non addirittura in appartamento, considerato che piegato sia poco più grande di un trolley.

>>Scopri gli scooter ibridi del comune di Milano

MOVEO nasce da un’intuizione di Antro, un’organizzazione senza scopo di lucro in Ungheria, dedita allo studio della mobilità ecologica e sostenibile. Il progetto, iniziato nel 2008, è giunto ora alla sua fase conclusiva e il gruppo è alla ricerca di partner e investitori per distribuire lo scooter su larga scala. Dal peso di soli 25 chilogrammi, batteria da 35 chilometri e velocità massima di 45 chilometri orari, MOVEO è la soluzione perfetta per muoversi con facilità in città. Ed è assolutamente privo di stress per il proprietario anche da chiuso, perché il suo design protetto impedisce che l’utente possa entrare in contatto con ingranaggi e motore ferendosi oppure sporcandosi.

>>Scopri lo scooter elettrico di Smart

Quando effettivamente verrà distribuito al grande pubblico non è dato sapere, tutto dipenderà dai fondi raccolti. Il gruppo mira a produrre circa 15.000 esemplari l’anno se le risorse economiche a loro disposizione saranno sufficienti, altrimenti i ritmi saranno diminuiti a poco più di 4.000. Tamás Slezák, a capo del progetto, ha fatto sapere come saranno proprio i fondi a influire sul prezzo finale dello scooter:

«Nel primo caso [produzione di 15.000 esemplari, ndr], l’utente finale pagherà un prezzo netto di 3.100 dollari per MOVEO. Nel secondo caso [produzione a 4000, ndr] il prezzo netto sarà di 4.600 dollari. Molto probabilmente inizieremo una produzione di media scala, per aumentarla dopo il primo anno.»

9 febbraio 2013
Fonte:
Lascia un commento