Motociclista turco salva i cani randagi

Murat Sahin è un vero e proprio angelo, per moltissimi animali che conducono una vita randagia nei pressi della foresta di Aydos a Istanbul, in Turchia. Il giovane da tempo si aggira spontaneamente per la zona, fornendo cibo e acqua a tanti trovatelli, un gruppo piuttosto corposo che può contare anche più di cento esemplari. Murat dona la sua disponibilità a titolo gratuito e volontario, pagando spesso di tasca propria per acquistare crocchette e cibo. Ogni tanto può avvalersi del supporto di qualche mensa, ristorante o macellaio che gli cede scarti e avanzi. Ma con il passare del tempo, il loro sostegno è scemato e l’uomo avanza con pochissime risorse. Anche la moto con cui girava per la foresta gli è stata rubata e, per superare questa piccola crisi, la collega e amica Anna Efe gli ha trovato una moto di seconda mano con qualche difetto.

Forse un po’ ammaccata e carente, ma utile per raggiungere le tante anime che sperano in lui per un pasto quotidiano. Non solo cani, ma anche un buon numero di gatti, che lo attendono lungo le zone rocciose della costa. Murat si prende carico anche della salute dei più bisognosi, di far visitare i casi più complessi e sterilizzare molti di loro per limitare una proliferazione sconsiderata. Un compito davvero pesante e spesso dispendioso, che l’uomo porta avanti senza chiedere mai nulla, affidandosi solo alle sue forze e all’amore verso questi animali abbandonati.

=> Scopri tutte le curiosità sui cani


Ma la sua missione altruistica non è passata inosservata e Harmony Fund, un ente di beneficenza americano, che ha deciso di lanciare una raccolta fondi per aiutarlo. L’obiettivo è quello di acquistare un’automobile, che possa favorirlo durante le consegne di cibo nei momenti di freddo e pioggia. Un mezzo più agile con cui trasportare i cani più bisognosi e malandati fino dal veterinario. Per questo la Harmony Fund ha attivato un forte passaparola, così da realizzare presto questo grande progetto.

6 dicembre 2016
Immagini:
Lascia un commento