I moscerini rinunciano al sonno per il sesso

I moscerini della frutta, noti come Drosophila melanogaster, sono piccoli insetti spesso scelti dalla scienza per numerosi scopi. Questi minuscoli esseri sono i più gettonati in campo scientifico, divenendo esemplari su cui effettuare test ed esperimenti comportamentali. Un ultimo studio, effettuato da un team dell’Imperial College di Londra, ha messo in evidenza come le femmine siano pronte a rinunciare a un riposante sonno. Ma solo per un motivo specifico: il sesso. Questi insetti, davanti alla possibilità di poter affrontare una sessione passionale, accantonano anche completamente la necessità di dormire.

=> Scopri gli animali che possono predire catastrofi


Di norma, il sonno è guidato da due ritmi: circadiano e omeostatico. Il primo rimanda al trascorrere del tempo all’interno di una giornata, presentando il sonno nella parte finale della stessa. Mentre il secondo tiene in considerazione l’accumulo di sonno maturato a fronte di una notte insonne o di una veglia prolungata, elementi che spingeranno ad addormentarsi il prima possibile il giorno successivo.

Ma esistono fattori che possono spezzare questo percorso, come ad esempio l’ansia, la fame, la temperatura corporea e l’eccitazione sessuale. Un esperimento condotto dal dottor Nitabach, in collaborazione con gli scienziati della Janelia Research Campus dell’Howard Hughes Medical Institute, della Sotheast University in Cina e della University of San Diego, ha analizzato il comportamento di un moscerino maschio privato a lungo del momento dedicato al sonno. Nonostante l’ingresso nella teca di una femmina, il moscerino ha preferito cedere al riposo, non mostrando interesse per il corteggiamento. Ciò non avviene invece per le femmine che, nonostante la privazione del riposo, rispondono all’impellenza biologica di riprodursi.

=> Scopri quanto bisogna dormire


Un secondo esperimento, condotto in precedenza dall’Università del Michigan, ha confermato come i maschi sottoposti alla presenza di feromoni femminili senza la possibilità di accoppiarsi si sentano stimolati ma, al contempo, frustrati. Questa condizione li aiuterebbe a dimagrire, diminuendo le riserve di grasso e producendo stress. Tuttavia, ciò dimezzerebbe le loro aspettative di vita, che invece rimarrebbero invariate una volta appagato lo stimolo sessuale.

19 settembre 2017
Fonte:
Immagini:
Lascia un commento