Morti i tacchini graziati da Barack Obama

La Festa del Ringraziamento si avvicina e, così come tradizione, milioni di statunitensi sono pronti a cucinare il classico tacchino. Ancora viva nella memoria, però, è la decisione presa lo scorso anno dal Presidente Barack Obama di graziare due pennuti – Gobbler e Cobbler – dal loro destino in pentola. Una consuetudine a stelle e strisce quella di strappare simbolicamente i due animali dalla morte, tuttavia particolarmente rilevante sui media nel 2012 forse perché a cavallo con la rielezione dello stesso Presidente. Peccato, però, che i due simpatici volatili siano poi morti per cause naturali.

Ogni anno due tacchini dalle grandi dimensioni vengono scelti e condotti alla Casa Bianca, per diventare il simbolo della Festa del Ringraziamento. Dopo qualche fotografia di rito e le obbligatorie riprese per i canali televisivi nazionali, ai pennuti è concesso di razzolare tranquilli nell’immenso giardino della tenuta presidenziale, per poi essere trasferiti in un allevamento della Virginia terminate le festività.

La libertà ritrovata non è però durata a lungo: entrambi gli esemplari del 2012 sono morti a meno di due anni di vita, per questioni di salute. Gobbler è mancato lo scorso febbraio per un’improvvisa malattia, mentre Cobbler è stato soppresso il 22 agosto a seguito di un irreparabile attacco di cuore. Non va meglio ai tacchini graziati negli anni precedenti: Liberty, quello scelto nel 2011, è deceduto dopo aver segnato un piccolo record di longevità: “ben” due anni. Ci si chiede, quindi, perché questi animali sopravvivano poco a loro destino, quando la vita media della specie è di 8-12 anni.

In molti sostengono la colpa sia dell’alimentazione: i pennuti sarebbero sovrappeso e fin troppo rotondetti, allo scopo di far una perfetta figura davanti alle telecamere. Ma dall’allevamento – quasi un resort a 5 stelle per tacchini – assicurano: gli animali sono accuditi nel massimo del comfort, con tanto di trattamenti di relax e musica classica diffusa vicino ai loro giacigli. Non ameranno forse Vivaldi?

22 novembre 2013
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Via:
Immagini:
I vostri commenti
Luca Quaglia, venerdì 22 novembre 2013 alle20:02 ha scritto: rispondi »

Qualche tempo fa un francese prese 100 conigli, a 50 diede cibo tradizionale, mais normale, agli altri 50 diede mais geneticamente modificato, mi risulta che i secondo ebbero vita ben più breve che i primi !! Negli USA il mais è praticamente tutto OGM, pertanto presumo che la breve vita sia da imputare al mais loro cibo.

Lascia un commento