Non sono solo i cani i migliori amici dell’uomo, anche i gatti possono dimostrare fedeltà ed estrema dedizione. È quanto svela una vicenda proveniente dagli Stati Uniti, dove una famiglia intera è stata salvata dall’intraprendenza del gatto domestico. Il felino, infatti, ha evitato che i suoi proprietari rimanessero vittime del monossido di carbonio, emesso da una caldaia non perfettamente funzionante.

La singolare vicenda è accaduta negli scorsi giorni a Eedsburg, nel Wisconsin, dove la famiglia Shanahan vive in compagnia di tre simpatici gatti. Sebbene gli animali siano soliti correre e giocare per tutta casa, qualche notte fa il comportamento anomalo di uno dei felini ha attirato le attenzioni del proprietario, prevedendo conseguenze dovute alla presenza in casa di livelli letali di monossido di carbonio.

=> Scopri la donna incinta salvata dai gatti


Attorno all’una di notte, mentre tutta la famiglia stava dormendo, la gatta Gracie ha cominciato a miagolare a perdifiato, grattando incessantemente sulla porta della camera da letto dei proprietari. Il padre di casa, svegliato dai rumori del felino, si è quindi alzato per verificare quale fosse il problema ma, dopo pochi passi, si è accorto di un improvviso malore della moglie. Seduta di fianco al letto, infatti, faticava a respirare. Giusto il tempo di raggiungere il telefono per chiamare i soccorsi, giunti immediatamente sul posto portando tutti in salvo.

I soccorsi hanno rilevato livelli elevatissimi di monossido di carbonio all’interno dell’abitazione, dovuti a un malfunzionamento dell’impianto per la produzione di acqua calda. Un fatto che ha lasciato di sorpresa i familiari, almeno di primo acchito, considerato come nell’appartamento fosse installato un apposito rilevatore per il pericoloso gas. Fortunatamente, la vicenda si è conclusa nel migliore dei modi, grazie all’insistenza e all’intelligenza della gatta Gracie. Rilevato il pericolo, infatti, l’animale si è diretto immediatamente dai proprietari, attirandone l’attenzione prima di qualsiasi conseguenza funesta.

17 marzo 2017
Fonte:
Lascia un commento