Mobilità sostenibile: la ricetta di Nissan per l’economia circolare

Nissan ha abbracciato da tempo la mobilità sostenibile, arrivando ad essere oggi il leader mondiale nel settore delle auto elettriche. Questa scelta virtuosa e sostenibile la configura come un player importante nell’economia circolare. Proprio per questo Nissan, nella persona del suo amministratore delegato per l’Italia Bruno Mattucci, è stata chiamata a sintetizzare la propria visione e la propria mission al convegno “Economia circolare: posizionamento strategico nazionale e ruolo delle filiere industriali” organizzato da Enel e Intesa Sanpaolo presso la sede romana di Confindustria.

Mattucci ha spiegato nel dettaglio quale sia l’approccio della casa automobilistica, prossima al lancio della nuova Nissan Leaf:

“L’economia lineare che ha contraddistinto lo sviluppo economico dei decenni passati è profondamente inefficiente e il settore automotive è contrassegnato ancora da troppi sprechi, come dimostrato dagli studi della Fondazione Ellen Mac Arthur, dove emerge che per il 92% del tempo le auto sono parcheggiate e l’86% dell’energia rimane inutilizzata. Nissan ha intrapreso quindi un percorso certo per la promozione della mobilità elettrica, della guida autonoma e della connettività che si chiama Nissan Intelligent Mobility, basata anche sull’evoluzione e rimpiego dei materiali come le batterie elettriche che costituiscono uno stoccaggio di energia rimpiegabile per fini domestici e industriali. Il modello circolare di Nissan prevede oggi un’integrazione con le reti elettriche e le smart grid per stabilizzare il sistema con lo scambio energetico. L’energia prodotta da rinnovabili, grazie alle nostre batterie, può oggi essere rivenduta all’energy provider che remunera la componente energetica in bolletta e sconta i consumi dei cittadini”.

A margine dell’intervento di Mattucci al convegno abbiamo rivolto alcune domande all’amministratore delegato di Nissan Italia, ecco che cosa ci ha detto:

29 novembre 2017
I vostri commenti
maurizio, venerdì 1 dicembre 2017 alle8:05 ha scritto: rispondi »

Se non si ricorre alle rinnovabili, questa della Nissan è solo una farsa promozionale. Se prendo energia dalle centrali l'inquinamento lo sposto solamente - magari centrali a carbone! Per passare seriamente all'elettrico occorre una rete di rinnovabili che ora neanche lontanamente esiste. L'elettrico cioè è ancora preistoria.

Lascia un commento