Al via la campagna 30eLode di FIAB per la sicurezza stradale. La Federazione Italiana Amici della Bicicletta ha presentato ieri la sua nuova iniziativa a favore di strade più sicure per tutti, proprio mentre in Parlamento riprende la discussione della “legge delega” in merito alla modifica del CdS (Codice della Strada).

A presentare la campagna “30eLode” durante un incontro a Montecitorio i deputati Paolo Gandolfi e Mirko Busto del “Gruppo Interparlamentare della mobilità nuova e ciclistica”. Tra le proposte la modifica del limite di velocità per le strade urbane a 30 km/h, al fine di ridurre uno dei maggiori fattori di mortalità dei ciclisti ovvero la velocità delle auto.

Protagonisti dell’iniziativa saranno i bambini tra i 6 e i 13 anni, che saranno chiamati a sollecitare il Governo e il Parlamento attraverso il concorso a premi “Caro Renzi, vorrei andare in bici perché…”. Come ha spiegato Giulietta Pagliaccio, presidente nazionale FIAB:

In contesti urbani ormai caratterizzati da una mobilità motorizzata e spesso con alta velocità, sentiamo tutti l’esigenza di città diverse, dove muoversi in libertà e sicurezza anche a piedi o in bicicletta per andare a scuola, al lavoro, a fare la spesa o ai giardinetti sotto casa.

L’iniziativa #30elode coinvolge direttamente i bambini che rappresentano le generazioni future: dopo tanti infruttuosi tentativi, ci auguriamo che le esigenze e i desideri dei più piccoli possano essere la vera scintilla per un concreto cambiamento verso una mobilità più sostenibile per le persone e per l’ambiente.

Ai giovani autori che avranno ricevuto il maggior numero di visualizzazione durante i 7 giorni dalla messa online sul sito 30elode.org dei loro contenuti (massimo 1.000 battute), sulla base delle statistiche di “Google Analitycs”, gli organizzatori assegneranno alcuni premi tra i quali una biciclette Lombardo (bambino o ragazzo), kit luci e altri accessori per la bici, maglia da campione del mondo di ciclismo Santini e copia del libro “Più bici più piaci” di Paolo Pinzati.

Termine ultimo del concorso la vigilia di Natale. Come ha concluso Giulietta Pagliaccio:

L’augurio di FIAB per tutti i bambini è di trovare sotto l’albero anche il regalo dei nostri legislatori che, riformando il Codice della Strada, tengano in considerazione le esigenze dei cittadini del domani.

2 ottobre 2015
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento