Mobilità sostenibile a Firenze, accordo tra Renzi e Renault-Nissan

Ancora una volta la giunta di Firenze si muove in direzione “green”. L’accordo, siglato lunedì a Palazzo Vecchio tra il sindaco Matteo Renzi e i responsabili italiani di Renault e Nissan, rappresenta un nuovo passo verso la mobilità sostenibile fiorentina. Una direzione, quella della sostenibilità, più volte ribadita dallo stesso Renzi attraverso iniziative volte a rendere il capoluogo toscano all’avanguardia nella sostenibilità ambientale.

Nuove politiche di incentivi e accessi agevolati alle zone interdette al traffico per favorire l’acquisto di veicoli elettrici, la sensibilizzazione dei cittadini riguardo l’importanza del risparmio energetico e soprattutto un’iniziativa che coinvolgerà direttamente il parco vetture comunale: la possibilità di convertire i veicoli in forza a Palazzo Vecchio in mezzi alimentati a energia elettrica.

Nei termini dell’accordo anche la promozione di veicoli elettrici presso gli hotel, un provvedimento che potrebbe, almeno in parte, placare le ire degli albergatori derivate dalla pedonalizzazione del centro storico. Sicuro degli effetti benefici che questo provvedimento porterà alla sua città, il primo cittadino fiorentino inserisce l’accordo all’interno di quadro generale più ampio:

Vogliamo fare di Firenze – ha affermato il sindaco Matteo Renzi – una capitale dell’ambiente e della sostenibilità. Il Comune sta investendo in modo sistematico per questo obiettivo: dal Piano strutturale a ‘volumi zero’ alla mobilità tranviaria e metropolitana, dal recupero dell’energia tramite le ‘brigliÈ sull’Arno agli interventi edilizi con i criteri di risparmio energetico di ‘Casa Clima’ alle pedonalizzazioni. Questo protocollo è un ulteriore tassello che va in questa direzione e che pone le basi per la diffusione delle auto elettriche in città.

19 ottobre 2011
Fonte:
Lascia un commento