Mobilità urbana e smog, gli sprechi costano ogni anno 27 miliardi di euro. La cifra è contenuta nel rapporto “Scenari e opzioni per una mobilita’ sostenibile – un rapporto per Roma capitale”, diffuso dalla LUISS e realizzato in collaborazione con Formiche. Una finestra sul trasporto pubblico e privato in Italia e in particolare nella Capitale.

Analizzate non soltanto le possibili ripercussioni sulla salute dei cittadini o il danno ambientale prodotto, nel caso di Roma ricordiamo anche il pericolo smog per i suoi monumenti, ma anche quello legato alla perdita economica legata ai problemi di mobilità urbana. Sempre parlando della Capitale, si stima che qui si registrino ben 8 degli oltre 27 miliardi di euro andati in “fumo”. Secondo il rapporto inoltre, le famiglie italiane sostengono costi di trasporto privato pari ogni anno a 170 miliardi, di cui 50 mld spesi in tasse, numeri piuttosto rilevanti se confrontati con gli “appena” 10 miliardi spesi per il servizio pubblico.


Nel cosiddetto “Libro Bianco 2011” vengono individuate possibili soluzioni e percorsi d’evoluzione della mobilità all’interno dell’area urbana e ipotizzando una maggiore diffusione dei veicoli elettrici. Il quadro disegnato nel rapporto della LUISS prospetta il dimezzamento delle autovetture “tradizionali” entro il 2030 e arrivare a quota zero entro il 2050. Nelle previsioni del progetto anche “introdurre entro il 2030 un sistema di logistica urbana a zero emissioni di CO2“.

Uno sguardo è stato rivolto anche alle prospettive di mobilità sostenibile di altre capitali europee come Londra, Parigi e Berlino, dove le auto elettriche sono state da tempo individuate come la soluzione per il trasporto pubblico e privato delle grandi città.

19 dicembre 2011
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento