Mobilità e rifiuti a Roma bocciati, bene cultura e servizio idrico

Cittadini romani scontenti per quanto riguarda mobilità e rifiuti, ma positivi per il livello del servizio idrico e delle attività culturali. Questo in estrema sintesi il bilancio tratto dall’ultimo rapporto dell’Agenzia di controllo sui servizi, che ha diffuso in un incontro al Campidoglio i dati raccolti nel 2018.

L’ultima posizione in termini di gradimento spetta alla pulizia delle strade di Roma, con un voto di appena 3,5. Penultimo gradino per la raccolta dei rifiuti, che raccoglie un giudizio di 3,8, a sua volta preceduta con 4,4 dalla mobilità urbana legata a bus e tram. L’Agenzia fa notare inoltre che le maggiori perplessità sono state espresse dal municipio VI in materia di raccolta rifiuti:

La valutazione più negativa è quella espressa dai residenti del municipio VI, nella periferia est, nonostante in giugno sia stato avviato il nuovo sistema di raccolta differenziata porta a porta.

=> Leggi di più sulla messa al bando dei diesel Euro 3 a Roma

Giudizi positivi da parte dei romani per i servizi culturali, con il Palaexpo giudicato con un voto di 7,7 e seguito a poca distanza dall’Auditorium – Parco della Musica con 7,6. Terzo gradino del podio assegnato al servizio idrico, che può contare su un incoraggiante 7,5. Apprezzati dagli abitanti di Roma anche musei (7,4) e biblioteche (7) comunali.

=> Leggi le novità sulla mobilità a Roma legate all’introduzione dell’Ecopass

Torna a crescere, seppure di poco, anche il giudizio sulla qualità della vita a Roma, che passa dal 5,1 toccato nella primavera del 2016 all’attuale 5,3. Come ha commentato il presidente dell’Agenzia Carlo Sgandurra:

Assistiamo ad un peggioramento della qualità percepita da 11 anni, quest’anno per la prima volta c’è un lieve miglioramento, anche nei settori più critici.

3 ottobre 2018
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento