Ha toccato quota 5.600 esemplari distribuiti la Mitsubishi i-MiEV, la prima citycar elettrica prodotta in serie che la casa giapponese ha presentato nel giugno 2009.

Secondo le cifre rese note da Mitsubishi, dei 5.600 esemplari prodotti, 1.300 sono stati destinati all’Europa e, di questi, 12 sono arrivati in Italia e venduti a distanza di quattro mesi dal debutto sul mercato, incoronando la i-MiEV come l’elettrica più venduta in Italia nel 2011.

Seppur si tratti di cifre ancora basse, il risultato della i-MiEV merita di essere sottolineato in quanto indica le prime tendenze che vedono le auto elettriche confrontarsi direttamente con la concorrenza al cospetto degli automobilisti, che con le loro scelte ne decreteranno il successo o il fallimento.

La citycar elettrica giapponese ha dalla sua dei punti di forza non certo di poco conto, come ad esempio i costi di gestione ridotti generalmente a un terzo rispetto a quelli di un modello di pari segmento alimentato a benzina o diesel, oltre che un’autonomia di 150 km che appare sicuramente più che sufficiente per un’auto da città.

La batteria al litio si ricarica completamente in 6 ore, mentre in mezz’ora raggiunge già una ricarica dell’80%, e alimenta un motore elettrico che eroga 70 CV e una coppia di 180 Nm disponibile da fermo.

La Mitsubishi i-MiEV è attualmente disponibile in Italia sia in leasing che con la formula del noleggio a lungo termine, che a fronte di un anticipo sul prezzo complessivo della vettura e un canone mensile variabile mette a disposizione del cliente perfino la polizza assicurativa RCA con copertura per furto, incendio e danni, oltre alla manutenzione ordinaria e straordinaria comprendente il cambio degli pneumatici e il soccorso stradale.

11 aprile 2011
Lascia un commento