Un vero mistero quello legato al rapimento del cagnolino Chester di razza giapponese Chin, scomparso durante una passeggiata serale con il suo proprietario nei pressi di Glenroy, a Melbourne in Australia. L’uomo, mentre era nei pressi di un parco di zona, si è reso conto della sparizione del mini cagnolino, in concomitanza con il passaggio di 4 giovani adolescenti. Non è certa la dinamica perché non ci sono testimonianze precise, ma di fatto il piccolo Chester è sparito senza lasciare nessuna traccia. A rendere complesso il ritrovamento è stata la condizione fisica del cagnolino, debilitata dall’assenza delle corde vocali.

Chetser non può quindi abbaiare, non può lanciare un richiamo o una richiesta di aiuto. La mancanza della voce, oltre a una mezza cecità e al formato ridotto, rendono il cane un essere fragile e bisogno di soccorso. Non a caso il proprietario lo aveva salvato da una puppy mill, cioè da un’azienda illegale dedita alla produzione continua di cuccioli tramite lo sfruttamento delle madri, spesso recluse in gabbie anguste e fatiscenti. Chester al sicuro da sole otto settimane è quindi sparito improvvisamente, ma l’uomo non si è perso d’animo e ha subito lanciato l’allarme.

Anche in questo caso il passaparola si è rivelato fondamentale, grazie all’interessamento dei media locali che hanno diffuso la notizia e l’immagine del piccolo scomparso. Solo 24 ore dopo Chester è stato individuato in un’altra zona della città grazie alla segnalazione di una coppia di anziani, i quali hanno informato immediatamente la polizia. Il cane è stato accudito con affetto prima di far ritorno tra le braccia dei suoi proprietari. Una brutta disavventura per il piccolo cagnolino, una storia di cui non si comprendono bene le dinamiche. Di certo ora Chester è nuovamente in salvo con la sua famiglia, Paul e Megan Solomon, e potrà così proseguire le cure per guarire anche da un’infezione all’orecchio. Nonostante sia cieco da un occhio, sia privo di corde vocali e quasi più senza denti, forse era stato rubato per il suo valore. Un Chin può fruttare anche 8.000 dollari, ma per fortuna non Chester già anziano, malandato e provvisto di chip.

17 luglio 2015
Fonte:
Lascia un commento