Una scoperta preoccupante quella avvenuta qualche giorno fa, esattamente domenica mattina, nella zona di Torre Paola vicino a Sabaudia. Nel dettaglio, una moria incredibile di pesci all’interno del canale che collega il lago con il mare tra Sabaudia e San Felice Circeo. Indenni invece gli altri canali, il lago stesso e il litorale. Cernie, spigole, cefali, saraghi, anguille e meduse morte o in procinto di esalare l’ultimo respiro, probabilmente a causa di un’ondata di sostanze forse chimiche. Gli animali ancora in vita sono apparsi confusi, disorientati e sofferenti.

Dell’accaduto sono state informate le autorità competenti, i Carabinieri forestali, mentre sul posto si è recato un team della Capitaneria di Porto di Sabaudia e alcuni tecnici dell’Arpa Lazio. Una presenza indispensabile per effettuare i prelievi di rito da inoltrare al laboratorio per le analisi, in modo da stabilire la causa di questa ecatombe. La stessa proceduta è stata messa in atto anche dai proprietari del lago.

=> Scopri la moria di pesci in Brasile


Secondo le prime stime, a perdere la vita sarebbero stati circa sei quintali di pesce, come ha confermato l’avvocato Andrea Bazuro, nonché Amministratore delegato della Proprietà Scalfati-Azienda Vallicola del Lago di Paola. L’azienda è proprietaria del bacino e si batte da tempo perché la zona possa ritornare all’antico splendore, in particolare salvaguardando e proteggendo l’ecosistema del luogo. A denunciare l’accaduto è stato proprio Andrea Bazuro, presente sul posto con un tecnico per effettuare alcuni prelievi, assistendo impotente all’improvviso decesso a domino dei pesci e riportando anche sul suo profilo Facebook i video e le foto del momento. La misteriosa moria ha fatto seguito a un altro avvenimento davvero singolare, accaduto pochi giorni prima, ovvero il ritrovamento di quantità elevate di posidonia morta sulla spiaggetta di Torre Paola, quindi di berte minori, uccelli marini protetti, nei pressi degli arenili di Formia e Scauri. Queste le parole di Paolo Cassola, direttore del Parco del Circeo:

Presenteremo una denuncia contro ignoti e ho già chiesto un’indagine su eventuali connessioni tra terraferma e rete idrica.

9 maggio 2017
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento