Dai mirtilli rossi un aiuto naturale per ridurre il rischio di tumore al colon. Secondo quanto affermato dai ricercatori della University of Massachusetts Dartmouth l’assunzione di questi frutti di bosco riuscirebbe a ridurre sia il numero delle formazioni tumorali che la loro dimensione.

Lo studio sugli effetti dei mirtilli rossi in relazione al tumore al colon è stato presentato durante il 250esimo Meeting Nazionale dell’American Chemical Society (ACS) a Boston. I ricercatori hanno sperimentato tre diverse soluzioni di estratto (equivalenti ciascuna a una tazza di frutti di bosco freschi) su alcuni gruppi di topi: estratto con soli polifenoli; estratto con gli altri composti senza polifenoli; una polvere dell’intero frutto essiccato.

I topi con tumore al colon che avevano assunto, insieme al proprio pasto, l’estratto integrale del mirtillo rosso hanno fatto registrare una riduzione, dopo 20 settimane, pari alla metà delle formazioni tumorali rispetto ai topi che non avevano ricevuto l’integrazione. La dimensione delle masse restanti risultava comunque più piccola.

L’assunzione ha determinato nei soggetti anche la riduzione dei livelli dei fattori di infiammazione. Resta tuttavia da individuare nello specifico quale componente sia davvero responsabile di tale effetto benefico.

Nel frattempo i ricercatori invitano a consumare i frutti interi e a non affidarsi al solo succo di mirtilli, in quanto le sostanze curative potrebbero risiedere proprio nella parte del frutto non inclusa nella bevanda.

20 agosto 2015
Fonte:
Lascia un commento