Frutti di bosco per curare le infezioni. Le nuove conferme arrivano dal Canada, nello specifico dai ricercatori del Department of Chemical Engineering della MiGill University. Secondo lo studio pubblicato sul Canadian Journal of Microbiology mirtilli, ribes nero e gli altri piccoli frutti si dimostrerebbero degli ottimi protettori dell’organismo.

Sfruttando le loro proprietà antibiotiche e antinfettive mirtilli e frutti di bosco in generale attiverebbero dei meccanismi biologici utili a contrastare varie tipologie di infezioni, in particolar modo quelle urinarie. Un’ipotesi a lungo sostenuta, ma che mancava fino a oggi dei supporti di ricerca che spiegassero il reale funzionamento di questi rimedi naturali.

Secondo il lavoro della Dr. Nathalie Tufenkji e del suo gruppo di ricerca l’estratto in polvere dei frutti di bosco consentiva, all’aumentare della sua concentrazione, di ridurre la produzione e lo sviluppo dei batteri responsabili delle infezioni.

Un effetto quindi dipendente dalla dose somministrata, in grado però di prodursi anche con un quantitativo minimo. L’estratto di mirtillo interverrebbe soprattutto nel contrastare il batterio Proteus mirabilis, in grado di causare infezioni a livello urinario.

Secondo i ricercatori i risultati della ricerca possono aprire la strada anche a impieghi pratici inibendo la carica batterica all’interno di dispositivi medicali come ad esempio i cateteri.

17 luglio 2013
Lascia un commento