Il minoxidil è un farmaco vasodilatatore, ossia è in grado di aumentare il calibro dei vasi sanguigni. Quando fu sintetizzato venne messo in commercio come trattamento per via orale della pressione alta, l’ipertensione. Inaspettatamente dimostrò d’essere un efficace stimolante della ricrescita dei capelli e dei peli: molto probabilmente questa “efficacia collaterale” è legata al maggior apporto sanguigno nei follicoli capillari. Alcune ricerche sostengono che l’efficacia sia è dovuta invece all’azione del farmaco come attivatore dei canali del potassio (Pcos).

Le osservazioni sul campo hanno indotto i medici ad intraprendere la valutazione di questa medicina come trattamento per coloro che sono affetti da calvizie. La prima lozione con minoxidil è stata approvata per la commercializzazione già alla fine degli anni ottanta.

Il trattamento per uso topico a base di minoxidil è tutt’ora in commercio come lozione al 2% o al 5% di principio attivo con la seguente indicazione ufficiale:

la lozione a base di minoxidil è indicata per uso topico nel trattamento sintomatico dell’alopecia androgenetica.

L’alopecia è la principale causa di progressiva perdita dei capelli, è quella che viene definita “calvizie comune” e colpisce per la maggior parte, anche se non in esclusiva, gli individui di sesso maschile.

La lozione al 5% è più efficace nel stimolare la crescita dei capelli, ma quella al 2% è molto utile quando serve solo rafforzare il fusto del capello e ridare consistenza alla massa della chioma. Inoltre, la soluzione meno concentrata è meglio tollerata anche dai soggetti molto sensibili all’effetto ipotensivo del minoxidil.

In genere si tratta di un farmaco caro, però in farmacia è possibile acquistarlo anche come preparato galenico con un consistente risparmio. In ogni caso, la lozione al 5% è soggetta a prescrizione medica, mentre la lozione al 2% è di libera vendita.

Come si usa la lozione per uso topico

La soluzione di minoxidil va applicata sul cuoio capelluto, nella zona affetta da calvizie: la terapia dura in media 4 mesi, tuttavia dose e durata del trattamento vengono indicati dal medico al momento della prescrizione, anche in relazione allo stadio dell’alopecia ed alla sua estensione. Il farmaco va applicato sul cuoio capelluto asciutto, ove la cute sia integra e pulita.

Tutte le confezioni in commercio sono dotate di contagocce, pertanto è facile per il paziente aderire alla terapia prescritta.

La percentuale di pazienti che ottiene risultati soddisfacenti dal punto di vista estetico è in media del 20%, ma all’interruzione del trattamento si ha una regressione perché il minoxidil non ha alcun effetto sulla causa dell’alopecia.

Effetti avversi e controindicazioni

Il minoxidil a uso topico è un medicinale sicuro e gli effetti avversi registrati sono di lieve intensità. I più comuni sono secchezza cutanea, irritazione e, in alcuni casi, mal di testa. L’assorbimento sistemico del farmaco potrebbe causare ipotensione e conseguente sensazione di capogiro e tachicardia.

La terapia con minoxidil non è adatta ai pazienti affetti da coronaropatia, aritmia, scompenso cardiaco o valvulopatia. Il farmaco non può essere impiegato in gravidanza e allattamento.

Minoxidil in compresse

Il principio attivo è tutt’ora ancora in commercio anche in compresse. In questa forma è ufficialmente indicato per la terapia dell’ipertensione refrattaria al trattamento con diuretici e altri medicinali antipertensivi.

29 maggio 2015
Lascia un commento