Incredibile me vero: a Milano i cittadini adottano le aree cani e gli spazi verdi. Ribattezzato Area Dog, il progetto copre l’intera zona che comprende lo spazio verde adiacente Sant’Eustorgio e alcune località dell’area sud. Circa mille metri quadrati da troppo tempo inutilizzati e svalutati, tanto da aver assunto le sembianze di uno sterrato polveroso e sporco.

I cittadini si sono quindi uniti e, dopo un anno di trattative e progetti con il Comune di Milano, hanno trasformato la zona in una funzionale area cani. Con una tassa esigua di 5 euro e con il sostegno di un sponsor, l’asilo per cani Bubi&Pupe, si è attuata una vera e propria riqualificazione di una zona importante. Lo spazio verde alle spalle della Basilica di Sant’Eustorgio, dopo un intervento di restauro da parte dell’amministrazione, ha preso il via come spazio per i cani.

Chiavi in mano per i proprietari dei tanti Fido di zona, i quali gestiscono in modo democratico lo spazio mantenendolo pulito e civile. I piccoli quadrupedi possono avvalersi della presenza di un impianto di irrigazione, molte panchine per i proprietari, una nuova piantumazione per la zona d’ombra estiva e siepi a contornare il recinto. Le regole sono poche e sono affisse all’inizio dello spazio:

«Dare uno spazio bello e curato ai nostri pet e impegnarsi nel rispetto del verde e del patrimonio pubblico».

Una collaborazione totale e felice, in nome del benessere dei propri cani, che sta facendo scuola all’interno della città meneghina. Infatti sempre più quartieri vogliono seguire l’esempio di Area Dog, trasformando spazi inutilizzati in aree di svago per cani e proprietari. Un’operazione che potrebbe estendersi in modo spontaneo, dimostrando quanto possa essere positiva una collaborazione paritaria tra cittadini e Comune.

3 gennaio 2013
Fonte:
Lascia un commento