Una bici elettrica priva di catena e sospensioni in grado di coniugare leggerezza e autonomia. Si chiama Michelin E-Lectra ed è frutto dell’ingegno di Tautvydas Bertasius, un designer industriale freelance di origini lituane residente a Stoke-on-Trent, nel Regno Unito. Il concept realizzato da Bertasius per la Michelin ha subito attirato l’attenzione per la sua originalità.

Il designer britannico ha avuto un’intuizione tanto semplice quanto geniale: progettare il telaio come una struttura unica in grado di svolgere anche il ruolo delle sospensioni. La bici a pedalata assistita E-Lectra presenta un sellino sospeso a mezz’aria. Il ruolo delle sospensioni è svolto da una struttura in fibra di carbonio a forma di foglia. Per assicurare un aspetto simmetrico alla bici il pezzo che sostiene il sellino passa al centro del telaio.

Il motore elettrico è alloggiato nel mozzo della ruota posteriore, mentre il vano batteria si trova nella parte superiore del telaio. Anche le luci anteriori e posteriori sono integrate nel telaio. La batteria ideale per la bici Michelin E-Lectra secondo Bertasius è un supercondensatore al grafene, in grado di assicurare un’ampia autonomia al mezzo a fronte di un peso e di un volume ridotti.

L’assenza di sospensioni non è l’unica peculiarità della bici elettrica. La catena è stata rimpiazzata da un albero di trasmissione cardanico. Le forcelle anteriori e posteriori sono removibili.

La bici è stata progettata per essere smart. Grazie al supporto magnetico per alloggiare lo smartphone montato sulla barra sarà possibile consultare facilmente le informazioni sul percorso e sull’autonomia della bici tramite un’applicazione dedicata e una connessione bluetooth.

Il progetto di Bertasius per ora resta sulla carta, ma il concept ha tutte le carte in regola per conquistare l’industria delle due ruote o entrare in commercio grazie a una campagna di crowdfunding. Bertasius nel suo portfolio annovera anche altri concept che non passano inosservati: dalla microcar Honda BAM! all’auto elettrica monoposto FIAT 100.

16 maggio 2016
In questa pagina si parla di:
Fonte:
I vostri commenti
Giuaeppe, domenica 5 giugno 2016 alle15:29 ha scritto: rispondi »

Credo che sarà una revoluzione interessante staremo avedere!

Lascia un commento